ETHIR ANDUIN – I Magen Av Svart Kaos

 
Gruppo: Ethir Anduin
Titolo: I Magen Av Svart Kaos
Anno: 2014
Provenienza: Russia
Etichetta: Satanath Records / Dark East Productions / Wolfshade Records
Contatti:

Sito web  Facebook  Bandcamp

 
TRACKLIST

  1. Och ljuset Och Mörkret
  2. Längst Ner I Träsken Av Tartar
  3. Förbannelse Av Våra Förfäder
  4. Inhrian Föd
  5. Kall Vinter
  6. Harts Gammal Gran
  7. Boning Sorg
  8. I Magen Av Svart Kaos
DURATA: 42:16
 

Quanto più ci si immerge nell'underground metal, soprattutto di matrice black, tanto più ci si può imbattere in progetti solisti i cui creatori si sbizzarriscono nella ricerca di nuove strade da tentare. Tra quelli che ho recensito, mi viene in mente il canadese Old Witch con la sua continua commistione di stili; ecco, il polistrumentista russo Alexey Veselov mostra un approccio simile, senza particolari limiti, nella sua creatura Ethir Anduin.

Il nome del progetto deriva da "Il Signore Degli Anelli", la foce del fiume Anduin, forse a voler sottolineare la propria natura allo stesso tempo di frontiera e di fluido bacino nel quale acque diverse si incontrano e si mescolano. Rispetto ai dischi precedenti, la differenza contenutistica maggiore è probabilmente l'utilizzo del norvegese per i titoli dei brani (in passato erano stati scelti inglese e russo), che infatti mi aveva un po' spiazzato prima di scoprire che si trattasse di un progetto proveniente dall'oblast di Leningrad.

All'interno di "I Magen Av Svart Kaos" possiamo notare quanto Veselov sia decisamente a proprio agio con la musica strumentale (nessuno dei brani contiene parti cantate) e si muova principalmente tra black e doom metal anche all'interno dello stesso pezzo. Si sente spesso l'influenza di certo doom metal melodico à la Swallow The Sun o Daylight Dies (che è una gran cosa se vi piace lo stile), anche se purtroppo a volte la mancanza di parti cantate può far sembrare il disco un po' incompleto.

Siamo di fronte all'ennesimo rappresentante di una scena underground russa molto vivace e con le idee abbastanza chiare, pur essendo molto aperto alle esplorazioni e alle contaminazioni. Un buon colpo per Satanath Records, Dark East Productions e Wolfshade Records, che hanno pescato Veselov dal circuito indipendente, dandogli un po' più di visibilità. Vedremo che cosa sarà in grado di tirare fuori dalle acque del fiume Anduin in futuro.

Facebook Comments