FEAR OF GOD – Under The Chainsaw – Complete Demos 1987

 
Gruppo: Fear Of God
Titolo: Under The Chainsaw – Complete Demos 1987
Anno: 1987
Ristampa 2014
Provenienza: Svizzera
Etichetta: F.O.A.D. Records
Contatti:

Sito web

TRACKLIST

  1. Rubbish Planet
  2. Two Sides Of The Coin
  3. Locked Away
  4. Controlled By Fear
  5. My Hands
  6. Pelzfotze
  7. Circle A
  8. Trouble Maker
  9. Pneumatic Slaughter
  10. Absolution
  11. Under The Chainsaw
  12. 7 Up
  13. 1st Class People
  14. A Life In Rigorism
  15. I've Seen
  16. Proud On Your Pride
  17. Running Through The Blood
  18. Scum
  19. Controlled By Fear
  20. Under The Chainsaw
  21. A Life In Rigorism
  22. Pelzfotze
  23. Running Through The Blood
  24. Trouble Maker
  25. Pneumatic Slaughter
  26. Rubbish Planet
  27. Absolution
  28. My Hands
  29. 1st Class People
  30. Which Way?
  31. 7 Up
  32. Circle A
  33. Raise The Siege
  34. Rubbish Planet
  35. Life In Rigorism
  36. 7 Up
  37. Absolution
DURATA: 22:00
 

Brutta, indigesta, rumore! Così era stata percepita la musica dei Fear Of God; neppure la scena Punk accettava o riusciva a comprendere il loro estremismo. Trent'anni dopo, le registrazioni originali di questi pionieri del Noisecore sono ambite. La F.O.A.D. Records, già responsabile per la ripresa di "Fear Of God", ci offre un'altra ristampa su vinile in tre versioni: picture disc, blu e nera. Basterà aprire la bella copertina per scoprire tante foto completate da un album in formato poster e un articolo di Erich Keller, il cantante della formazione, in cui racconta la storia del progetto Fear Of God.

Perché la scaletta presenta quasi quaranta tracce? Ebbene, questo vinile vi offre — oltre ai pezzi dell'EP "Konserven" — altri ventidue inediti incisi anche loro nel 1987, fra cui una reinterpretazione di "Scum". Gli scettici siano avvertiti: la qualità sonora è ottima, se si considera l'età del materiale impiegato. L'audiofilo Erich Keller non lascerebbe mai rovinare della musica con una produzione scadente. "Under The Chainsaw" rispecchia tutta la genuina brutalità e crudezza di quelle composizioni in bilico fra i primi Napalm Death, l'Hardcore e il Punk nelle loro reminiscenze più grezze.

Con questo LP potrete godervi una ventina di minuti sanamente rumorosi e aggiungere un pezzo di storia alla vostra raccolta.

Facebook Comments