FORSAKEN PEDDLERS – Songs Of Fate And Freedom

 
Gruppo: Forsaken Peddlers
Titolo: Songs Of Fate And Freedom
Anno: 2015
Ristampa: 2016
Provenienza: Francia
Etichetta: Heathen Tribes
Contatti:

Facebook  Youtube  Bandcamp

 
TRACKLIST

  1. The Brave
  2. All Shall Fall
  3. Forsaken Peddlers
  4. The Conqueror
DURATA: 46:07
 

I Forsaken Peddlers nascono dalle ceneri dei Fatus Elisum, band doom-death metal francese scioltasi un paio di anni fa, dopo la pubblicazione di un demo eponimo e di un buon album di debutto intitolato "Homo Nihilis" per Aesthetic Death. Al momento la formazione è composta da tre elementi: Alexandre al basso e alla voce, Hugo (Ataraxie) alle chitarre e Cristophe dietro le pelli.

La loro unica produzione è "Songs Of Fate And Freedom": opera rilasciata in origine nel 2014 attraverso la rete, stampata in versione cd autoprodotta nel successivo 2015 e riversata su cassetta nel 2016 in edizione limitata (solo cento copie), con il supporto dell'etichetta tedesca Heathen Tribes.

Il disco — al quale partecipò un certo Cristophe nel ruolo di bassista — contiene quattro tracce di epic-doom metal classicamente riconducibile al filone anni Ottanta di Candlemass e Solstice, ricollegabile anche a compagini meno datate come i nostrani Doomsword e i teutonici Atlantean Kodex. Pur esponendosi con quattro pezzi dalla medio-lunga durata e dallo sviluppo abbastanza prevedibile e omogeneo, la scaletta si fa comunque apprezzare per una forma solida e in grado di accattivarsi, da un punto di vista stilistico, le simpatie degli appassionati del genere. Essa evidenzia inoltre come la band sia discretamente organizzata nel gestire sia i frangenti doom che ne appesantiscono e dilatano il corso sia quelli epici ed evocativi che ne dovrebbero innalzare il valore narrativo. In quest'ultimo caso, l'uso del condizionale diviene obbligatorio in quanto, musicalmente parlando, la proposta regge, mentre la prova del cantante Alexandre fa storcere il naso. Talvolta, la sua performance tende a strafare sino al limite della stonatura, facendo perdere pathos e consistenza atmosferica ai brani.

Difetti a parte, "Songs Of Fate And Freedom" è un lavoro onesto e ascoltabilissimo. Probabilmente, nei tre anni trascorsi dalla nascita, i Francesi avranno avuto modo di comprendere quali siano le possibili migliorie apportabili ai lavori che verranno. Chissà che non si siano già messi all'opera! Rimanendo in attesa di buone nuove, potreste iniziare a conoscerli partendo proprio da questo non disprezzabile biglietto da visita.

 

Facebook Comments