FOSSILIZATION - He Whose Name Was Long Forgotten

FOSSILIZATION – He Whose Name Was Long Forgotten

Gruppo: Fossilization
Titolo: He Whose Name Was Long Forgotten
Anno: 2021
Provenienza: Brasile
Etichetta: Everlasting Spew Records
Contatti: Facebook  Bandcamp  Instagram  Spotify
TRACKLIST

  1. Neanderthal Tombs
  2. Blight Cathedral
  3. Caronte
  4. He Whose Name Was Long Forgotten
  5. A Deplorable Epoch
DURATA: 24:58

Dopo la pubblicazione di Protosapien dei Jupiterian dell’anno scorso, sfruttando l’opportunità del lockdown, i due membri V e P si sono trovati ad avere la libertà per sviluppare alcune idee che mal si adattavano a quanto proposto dalla band madre. Il risultato di questo processo di scrittura si è concretizzato in He Whose Name Was Long Forgotten, l’EP con cui fa il proprio debutto tramite Everlasting Spew il nome dei Fossilization.

Risulta abbastanza chiaro fin dalle prime note quale sia l’immaginario che il duo vuole evocare: un suono a metà strada tra il death e il doom nelle loro varianti più cupe e malefiche. Il contenuto delle cinque tracce dell’ep esprime quel sentore di disgusto proprio degli ambienti chiusi insalubri, asfissianti, dal quale non è possibile uscire. La lentezza però non è l’unica arma a loro disposizione, al contrario He Whose Name Was Long Forgotten sembra favorire gli assalti in tremolo pieni di riverbero, che vanno a comporre la parte più consistente dei brani.

Sebbene i Fossilization facciano ampio uso del doppio pedale per accompagnare i passaggi in tremolo, sono i settori in cui i brasiliani alzano il piede dall’acceleratore a mostrare l’impegno nella sezione ritmica con più chiarezza. In diverse occasioni, infatti, troviamo rallentamenti e cambi di tempo (“Caronte”, “A Deplorable Epoch”) che, nel contesto generale, sono abbastanza efficaci da cogliere di sorpresa, determinando i momenti migliori del lavoro.

He Whose Name Was Long Forgotten è un EP spesso, marcio e tagliente, che sa gestire in modo soddisfacente i suoi 25 minuti, anche se esiste il timore che le troppe parti in tremolo pesino su un lavoro di durata maggiore. La proposta dei Fossilization non rappresenta di per sé nulla di innovativo, in quanto si rivolge ai fan di Krypts, Spectral Voice, Father Befouled e Dead Congregation, o più semplicemente a chiunque chieda marciume e violenza dal death-doom.