FULL MOON RITUAL – Emperor Of The Age Of Disorder

 
Gruppo: Full Moon Ritual
Titolo: Emperor Of The Age Of Disorder
Anno: 2014
Provenienza:  Italia
Etichetta: Autoprodotto
Contatti:

Facebook

 
TRACKLIST

  1. Blood Of Truth
  2. From Underneath
  3. Frozen Ground
  4. Malicious Whisper
  5. Spirits Lurk In Darkness For Eternity
  6. The Flames Of Wrath
  7. Towards The Path Of Death
DURATA: 34:14
 

Per Aristocrazia i Full Moon Ritual non sono affatto un nome nuovo: in passato il sottoscritto si occupò infatti della prima demo "Summoning A Cursed Moon", mentre qualche mese fa fu il buon Bosj a presentarvi l'album di debutto "Nightcall Comes From The Forest". Quello odierno è dunque il terzo passaggio in questi lidi per il trio pugliese, che si ripresenta con il nuovo disco intitolato "Emperor Of The Age Of Disorder".

Iniziamo con il chiarire una cosa: lo stampo compositivo dei Full Moon Ritual è stato indissolubilmente forgiato con la forma più tradizionale del Black Metal ed è quindi questa la solida base della proposta dei Nostri. Ascoltando pezzi come "Blood Of Truth" e "Towards The Path Of Death" è infatti impossibile non distinguere le influenze della band: un Black Metal venefico e nero che coniuga l'attitudine fredda, maligna e istintiva dei Darkthrone con una ancor più spiccata (rispetto al recente passato) predilezione per i tempi medio-lenti; assieme a tutto ciò bisogna menzionare un'atmosfera generalmente morbosa e introversa, la quale potrebbe in più di un'occasione rammentare il più classico stile Burzum.

Sporadicamente il terzetto nostrano mostra di essere anche in grado di spingere maggiormente sul pedale dell'acceleratore ("From Underneath", "Spirits Lurk In Darkness For Eternity"), ma mettendoci comunque del proprio: il frequente allontanamento dall'usuale 4/4 e gli arrangiamenti di ottima fattura sono infatti elementi che valorizzano consistentemente sia l'affilato e tagliente operato delle chitarre che una sezione ritmica robusta e sempre ben udibile. Ed è anche grazie a tali piccoli accorgimenti che il contenuto di "Emperor Of The Age Of Disorder" si dimostra squisitamente mortifero e inglobante.

Le melodie glaciali e tormentate di "Frozen Ground" e "The Flames Of Wrath", così come il valido intermezzo Ambient "Malicious Whisper" — che in quanto strategicamente piazzato nel mezzo della scaletta funge da episodio di più ampio respiro — sono solo alcuni degli aspetti che fanno la fortuna di un lavoro come questo. L'album si conforma così in modo assolutamente omogeneo nella sua indiscutibile coerenza stilistica e intellettuale, ma risulta anche relativamente vario: non c'è dunque da stupirsi se l'ascoltatore si ritrova ben presto catturato nel nero e viscoso vortice del Black Metal più puro e incontaminato.

I Full Moon Ritual sono maturati, sono ora palesemente più consapevoli dei mezzi di cui dispongono e, all'interno del morboso istinto propulsivo che anima proposte simili, hanno trovato il modo per guardare alla ferocia come a un mezzo per raggiungere l'obbiettivo prefissato e non soltanto come a un risultato a cui aspirare; hanno fatto tesoro dei migliori dettami del genere, senza mai snaturarli ma plasmandoli a seconda delle proprie esigenze espressive, fino a pervenire a uno stile dalle movenze tanto classiche quanto dannatamente personali.

Per quanto concerne la musica non sono mai stato particolarmente patriottico né particolarmente esterofilo, tuttavia questa volta sono davvero fiero di dire che "Emperor Of The Age Of Disorder" è un lavoro veramente bellissimo; un'opera vibrante di una passione non comune; una gemma nera che non brilla soltanto grazie alla luce riflessa proveniente dal passato, ma che splende di una propria torbida energia oscura che è manna dal cielo (perdonatemi il riferimento improprio) per chiunque sia costantemente affamato del più dilaniante e verace Black Metal.

Facebook Comments