FULL MOON RITUAL – Summoning A Cursed Moon

 
Gruppo: Full Moon Ritual
Titolo:  Summoning A Cursed Moon
Anno: 2012
Provenienza: Italia
Etichetta: Autoprodotto
Contatti: Facebook
 
TRACKLIST

  1. Evocation
  2. A Nihilist Creation
  3. Upon A Dead Hill
  4. Evil Forces
  5. Eternal Decay
DURATA: 22:45
 

Capita spesso di ritrovarsi tra le mani dischi che suonano volutamente retrò, ma nel compiere tale scelta stilistica risiedono insidie potenzialmente devastanti: ogni volta che mi approccio a una proposta che percorre deliberatamente binari vecchi di decine di anni, ho sempre l'invincibile timore di trovarmi nelle orecchie una scimmiottatura, quasi caricaturale e assolutamente indegna, di quelli che furono i fasti passati. Perché una simile introduzione? Perché i Full Moon Ritual sono un quintetto pugliese formato nel 2010, ma la loro demo di esordio, "Summoning A Cursed Moon", sembra essere uscita da chissà quale antro rimasto cristallizzato al primo lustro degli anni Novanta.

Dopo "Evocation", una breve intro atmosferica, si parte con "A Nihilist Creation" che, assieme a "Eternal Decay", mette in perfetta luce quello che è lo stampo in cui il gruppo ha forgiato il proprio stile: ciò che ci viene presentato è un Black Metal glaciale e istintivo, un suono marcio e nero fino al midollo, in cui viene inconfondibilmente a galla l'ispirazione rappresentata dal migliore classicismo scandinavo (Mayhem, primissimi Marduk e Darkthrone su tutti), implementata da alcuni passaggi che ricordano la primordiale bestialità dei Morbid. In "Upon A Dead Hill" e "Evil Forces" si percepisce altresì l'ottima abilità dei musicisti di ammorbare l'ascolto con atmosfere pestilenziali e logoranti che intorpidiscono e avvelenano l'anima grazie anche a sfuriate taglienti come rasoi e fredde come cadaveri. L'ossessività dei riff dilanianti e quasi ipnotici che tanto ricordano le prime produzioni di Burzum, unita alla forza di una voce aggressiva e funerea, si nutre di oscurità e si insinua malevola nei palpitii di tutti quei cuori che pulsano veleno nero.

Anche la ruvida autoproduzione, perfettamente calzante e coerente con ciò che viene suonato, fa la sua parte e vi assicuro che se fossi entrato in contatto con questa uscita senza avere alcuna informazione al riguardo, avrei molto probabilmente pensato che fosse un qualche disco prodotto nel 1992 o 1993 e risputato chissà come dagli abissi del tempo. Siamo invece nel 2012, "Summoning A Cursed Moon" lo potete trovare in download sulla pagina Facebook della band, il Black Metal ha ormai inglobato al suo interno contaminazioni di ogni tipo e molti scommetto che si lamenteranno di un'ennesima uscita apparentemente così anacronistica. I Full Moon Ritual, però, hanno all'interno della propria creatura il vero fetore delle marcescenti e oscure gole del Black Metal, quell'istinto feroce che libera le pulsioni più bestiali, quella rabbia incontaminata che genera purezza e odio!

Facebook Comments