FUNEST – Desecrating Obscurity

 
Gruppo: Funest
Titolo:  Desecrating Obscurity
Anno: 2014
Provenienza:   Italia
Etichetta: Memento Mori
Contatti:

Facebook  Youtube  Bandcamp

 
TRACKLIST

  1. Intro – Desecrating Obscurity
  2. Buried and Forsaken
  3. Obsession For Desecration
  4. Darkened Genesis
  5. Fornicate The Deceased
  6. Catacomb Torture (Mutilator From The Grave)
  7. Interlude – Butchering The Prophet Of God
  8. Marching On Dead Angels
  9. Blessed Shepherd Of Decline
  10. The Stench Of Blessing
  11. Ascension In Desolation
  12. Deranged Baptism
DURATA: 39:56
 

Quanta modernità volete ascoltare nella vostra musica? Le risposte a questa domanda potrebbero essere tante. La Memento Mori vi dice la sua, seguendo le piste battute dalla tradizione. L'etichetta spagnola sostiene gruppi di vecchio stampo come i milanesi Funest, oltre a riprendere lavori del passato oramai dimenticati.

Siete curiosi quanto me di scoprire che cosa suoni il trio lombardo fondato nel 2012? Il primo ascolto del debutto intitolato "Desecrating Obscurity" mi soddisfa, risvegliando ricordi di gioventù. La sensazione è simile a quella che ho sentito udendo per la prima volta "Clandestine" degli Entombed e dunque: W il Death classico! "Desecrating Obscurity" è tanto ligio a questa filosofia da sembrare prodotto nei Sunlight Studios durante l'estate del '91. Posso solo dire: complimenti agli Incubus Studios per il lavoro eseguito.

La scelta variopinta dei ritmi nelle canzoni rinfresca le note che sanno di revival, nel senso positivo del termine, mentre la voce gutturale di M. le rende ancora più aggressive. Come detto, il tono generale è quello svedese, ma avanzando nell'ascolto troverete anche tocchi floridiani o californiani. L'esecuzione dei pezzi è ottima e mi piace particolarmente il lavoro di percussione spontaneo e fantasioso.

Vi piace sfogliare i libretti allegati ai CD? Potrete leggere tutti i testi stampati in carattere di dimensioni gradevoli, godervi la foto del gruppo e naturalmente troverete tante altre informazioni riguardanti la produzione del lavoro.

Alcuni potrebbero marchiare "Desecrating Obscurity" con il timbro della rievocazione di un periodo passato. Ascoltandolo attentamente noterete però il potenziale dei Funest, potenziale che potrebbe portarli a evolversi in una creatura con forte carattere proprio.

Il debutto dei milanesi convince con il suo costante alto livello musicale. Correte dal vostro commerciante di fiducia, comprate, ascoltate, godete.

Facebook Comments