FUZZ MANTA – Opus II

FUZZ MANTA – Opus II

 
Gruppo: Fuzz Manta
Titolo:  Opus II
Anno: 2011
Provenienza:  Danimarca
Etichetta: Gateway Music
Contatti:

Facebook  Youtube

 
TRACKLIST

  1. Motumann
  2. Man With No Face
  3. Quiet Monday
  4. Lithia's Box
  5. Turn Around
  6. White And More
  7. Corrosion
  8. Let Me Walk
DURATA: 45:37
 

C'è da fare mea culpa, 'sti qui me li ero persi per strada, parlo dei danesi Fuzz Manta, non sapevo proprio chi fossero sino a quando non ho avuto fra le mani il loro secondo album "Opus II". Settantiani sino all'osso, il suono di questa formazione è qualcosa di realmente spettacolare, pensate di avere fra le mani un incrocio di cavalli di razza i cui nomi sono altisonanti.

I Deep Purple (un misto fra la Mark II e la III) già udibili chiaramente nelle note d'apertura di "Motumann" e "Man With No Face", accompagnate dall'uso di un organo che tanto per non andare fuori dal seminato è un classico e inconfondibile Hammond, Black Sabbath presenti nei frangenti in cui il suono assume una piega più oscura e alla seconda delle due nominate poco più su si coniuga il primo degli episodi lunghi, "Lithia's Box", non inserita nella versione vinile del disco.

I Led Zeppelin e i Jethro Tull si mischiano in una carezzevole, dolcissima e acustica "Quiet Monday", un riffato stoner e tratti psichedelici emergono con "Turn Around" mentre la successiva "White And More" dmostra una dinamica complessa e messa a punto per esplodere con continuità nel proprio svolgimento.

I Fuzz Manta non amano gli anni Settanta, li adorano e rendono a questi un tributo che vanta qualità strumentali di gran levatura e una passione che trasuda vivida dalle note, "Corrosion" n'è l'ennesima conferma. Venature blues tornano ad allietare il nostro orecchio, Jesper pizzica il pianoforte quel tanto che basta per condire piacevolmente l'atmosfera anticipando il secondo brano dalla lunga durata del platter: "Let Me Walk". Oltre undici minuti in cui ci fanno gentilmente un ripasso del loro intero background musicale, con il batterista che si diletta inoltre in un pregevole solo.

È rock per chi ama il rock, inutile dilungarsi o perdersi in chiacchiere tirando fuori chissà quali argomentazioni su produzione, su quanto la cantante sia brava (e lo è davvero), "Opus II" è uno di quegli album che si ascoltano con piacere in casa, in macchina, al lavoro in sottofondo o in qualsiasi altro posto vi venga in mente, è ciò che chiamiamo "buona musica" e l'acquisto i Fuzz Manta se lo meritano tutto.

 

Facebook Comments