GRIMORIUM VERUM – Relict

GRIMORIUM VERUM – Relict

 
Gruppo: Grimorium Verum
Titolo: Relict
Anno: 2015
Provenienza: Russia
Etichetta: Symbol Of Domination Productions / Cold Raw Records
Contatti:

Sito web  Facebook  Soundcloud  Youtube  Myspace

 
TRACKLIST

  1. Relict
  2. Rising Morning Star
  3. At The Gates Of Darkness
  4. Black Tears Monastery
  5. Night Burning Icons
  6. The Vision In Solar Eclipse
  7. Pilgrimage To Satan
  8. In Satan We Trust
  9. The Truth Forgotten In Time
  10. Odium
DURATA: 47:42
 

I russi Grimorium Verum, gruppo symphonic black metal, vissero una prima breve incarnazione nei tardi anni '90, prima di sciogliersi nel 2001 senza riuscire a pubblicare un album vero e proprio. Si riformarono poi nel 2006 come un duo stabile (Andy Felon a tutti gli strumenti e Roma Diamond alla voce), debuttando nel 2008 con "Retaliation", seguito alcuni anni dopo da "Reborn". I loro connazionali della Satanath Records — attraverso la sotto-etichetta Symbol Of Domination — li hanno notati e hanno infine dato alla band la possibilità di vedere il loro lavoro distribuito fisicamente attraverso il crescente network della casa discografica, insieme alla britannica Cold Raw Records.

La copertina è iconografia symphonic black metal essenziale: un teschio viola emerge dall'abisso con il logo della band sulla fronte. Curiosamente, i titoli di tutti e tre i dischi dei Grimorium Verum iniziano per «Re-», che sembra essere diventata una sorta di tradizione per loro. Per quanto riguarda testi e contenuto generale, l'album non si allontana troppo dal canone black metal, con pezzi come "In Satan We Trust" o "At The Gates Of Darkness".

Ed eccoci alla musica vera e propria. Grandiosa, nera, pomposa, maestosa, eppure selvaggia. Attenzione, se non vi piacciono i tastieroni e le atmosfere solenni imbastite per il dio capro, è molto probabile che questo viaggio non vi dirà niente. Invece, se qualunque cosa composta dai Dimmu Borgir durante il loro apice creativo è parte del vostro «io» più vero, dovreste decisamente dare una chance a questo disco. Quasi cinquanta minuti di enorme sontuosità satanica vi porteranno con la memoria alle origini del genere, con tutta la sua forza e le grandiose atmosfere. Inoltre, la prestazione vocale di Roma Diamond è sentita e variegata, funzionando perfettamente con l'ambiente sonoro creato da Andy Felon.

In definitiva, i Grimorium Verum procedono con la loro missione sinfonica con gran convinzione. Questa uscita è perfetta per chiunque stia cercando qualcosa di non sperimentale e profondamente radicato in uno specifico terreno del metal. Tuttavia, non la consiglierei a persone che non sono state affascinate dal carisma sinistro di Satana, tastiere e teschi viola.

Facebook Comments