HAARP – Husks

HAARP – Husks

Informazioni
Gruppo: haarp
Titolo: Husks
Anno: 2012
Provenienza: Stati Uniti
Etichetta: Housecore Records
Contatti: facebook.com/haarpnola – myspace.com/haarpnola
Autore: Insanity

Tracklist
1. Deadman / Rabbit
2. Bear
3. Fox

DURATA: 40:15

HAARP - Husks Tornano gli americani haarp, band supportata dalla Housecore Records del noto Phil Anselmo che quest’anno pubblica il secondo full intitolato “Husks”. Devo ammetterlo, quando ho letto il monicker ho subito pensato alle famose teorie del complotto; cercando qualche informazione ho però scoperto che il nome è ispirato alla mitologia celtica, più precisamente ad un’arpa capace di incantare o uccidere.
Poco importa, dato il genere proposto l’idea iniziale era comunque di mio gradimento: lo Sludge del quartetto di New Orleans è in effetti in parecchie occasioni terremotante, già dai primi secondi di “Deadman/Rabbit” verremo travolti dalle scosse telluriche di una batteria più che semplicemente pestata e di un basso che devasta letteralmente i timpani. La chitarra lacera e squarcia in continuazione, nei passaggi più lenti si tinge lievemente di Black creando qualche momento atmosferico per poi tornare a sfogare la propria rabbia assordando il “malcapitato” ascoltatore. Forse in alcune occasioni i cambi sono fin troppo repentini e sembrano non avere coerenza con la parte precedente perdendo in efficacia, ma è solo un dettaglio su cui probabilmente molti potranno sorvolare, anche perchè con un brano come la conclusiva “Fox”, passa qualsiasi voglia di cercare il pelo nell’uovo: molto più Doom delle precedenti nella sua prima metà, riesce a lasciare quel senso di vuoto che spesso ha caratterizzato i grandi album di questo genere.
Certo, volendo essere critici c’è qualche momento in cui si sfiora il pericolo chiamato noia, complice anche una voce che nel complesso si adatta bene al sound incazzato e pesante ma che in alcuni passaggi risulta esageratamente monocorde; solo piccoli difetti comunque, “Husks” è un lavoro che va ben oltre la sufficienza e che potrà essere apprezzato da chi ama lo Sludge. Non so se in futuro potremo aspettarci un capolavoro dagli haarp, ma finchè i risultati sono anche “soltanto” buoni come questo possiamo accontentarci.

Facebook Comments