HADRON COLLYDER – Pitch Black Attitude

HADRON COLLYDER – Pitch Black Attitude

 
Gruppo: Hadron Collyder
Titolo:  Pitch Black Attitude
Anno: 2013
Provenienza: Germania
Etichetta: Autoprodotto
Contatti: Facebook
 
TRACKLIST

  1. UFO Dictator
  2. Holiness Is Offline
  3. Viral Propaganda
  4. Pitch Black Attitude
  5. Revolution 1337
  6. Capitalist Theory Breakdown
  7. Dead Soul, Dead Path
  8. Deranged, Depraved And Disapproved
  9. Watershed
  10. Oblivion
     
DURATA: 42:16
 
Il nome Hadron Collyder non l'avevo mai sentito, non avevo proprio idea di cosa suonassero e quando sono casualmente capitato sulla loro pagina Bandcamp e ho iniziato ad ascoltare "Pitch Black Attitude", l'unico lavoro all'attivo, non avevo nessuna pretesa; ciò ha giocato a mio favore, dato che ho avuto modo di apprezzare l'imperfetta, ma adrenalinica proposta della compagine tedesca.
 
Il quintetto composto da Kai H. Tubbesing alla voce, Markus Kratz e Lars Rademacher alle chitarre, Fabian Regman al basso e Martin Rusch alla batteria suona un metal particolarmente grooveggiante che attinge da sonorità death'n'roll, thrash e heavy-rock, una miscela identificabile come una sorta d'unione godereccia fra Entombed, Motorhead e qualcosa alla lontana dei Pantera, ai quali potreste aggiungere parecchi altri nomi, penso a signori quali Gorefest e Black Sabbath, ma chissà quanti ve ne potrebbero girare in testa.
 
Il disco è stato elaborato in modo da non risultare forzato, il trascorrere delle tracce evidenzia quanto il fattore groove sia importante, difatti esse mantengono una muscolarità quasi sempre spiccata e le due canzoni in apertura, "UFO Dictator" e "Holiness Is Offline", insieme a "Watershed" ne sono chiari esempi. La band si concede però anche degli spazi intimi, come avviene sul finire del capitolo posto in coda intitolato "Oblivion", con la canzone che si spegne con una emozionante esecuzione solistica.
 
Per quanto la formula con la quale i pezzi prendono vita non muti mai più di tanto, "Pitch Black Attitude" riesce a non scendere mai al di sotto di uno standard qualitativo sufficiente: alle volte prevalgono i toni più scuri utilizzati per aumentare il carico atmosferico, come noterete maggiormente all'interno del brano che dà il titolo al disco; altre la capacità di regalare una buona dose di scapocciate, penso a "Revolution 1337"; altre ancora è proprio l'animo rock a farla da padrone, si vedano "Capitalist Theory Breakdown" e "Dead Soul, Dead Path". Ad ogni modo regna sempre una solidità non indifferente, che alla fine della fiera ci consegna una prima prova di tutto rispetto.
 

I tedeschi sono solo agli inizi e fanno comunque ben sperare per il futuro, quindi se aveste voglia di avere come compagnia un album in grado di dare la carica, perché non provare "Pitch Black Attitude"? Del resto, tentare non costa proprio nulla.

 

 

Facebook Comments