HALO OF GUNFIRE – Conjuring The Damned

HALO OF GUNFIRE – Conjuring The Damned

Informazioni
Gruppo: Halo Of Gunfire
Anno: 2010
Etichetta: Unique Leader Records
Contatti: www.myspace.com/haloofgunfire
Autore: Mourning

Tracklist
1. The Summoning
2. Of The Nile
3. The Age Of Fire
4. From Whence They Came
5. Oh The Horror
6. Conjuring The Damned
7. Impure Divinity
8. Monstrosity
9. Black Mass
10. Story Time (High-fidelity 2008 EP)
11. Banana Split (High-fidelity 2008 EP)
12. The Cave (High-fidelity 2008 EP)

DURATA: 34:56

HALO OF GUNFIRE - Conjuring The Damned Statunitensi alla prima reale fatica, gli Halo Of Gunfire sono un’altra creatura che vien fuori dal copioso roster della Unique Leader Records.
Con all’attivo un demo nel 2008 e un ep omonimo uscito nello stesso anno, il quintetto californiano porge alle nostre orecchie una release di ultima generazione: sound pulito, valanghe di groove, melodia che s’incastra all’interno di un riffato tecnicamente ben impostato ma che pecca ancora di una costruzione standard in un genere che vive un continuo assottigliamento qualitativo.
La proposta della generazione deathcore anche nelle versioni più valide stenta a decollare per una semplice questione legata alla perpetrata ripetizione di cliché che ne livellano e rendono prevedibile il discernere.
Di capitoli interessanti e dediti allo scapocciamento puro non ne mancano in “Conjuring The Damned”, fra un breakdown e un giro dal sapore “rubato” swedish si viene a contatto con brani quali “The Age Of Fire”, “On The Horror” e “Monstrosity” (bello lo stacco in cui s’inserisce l’acustica) che fanno comunque pienamente il loro dovere, così come apprezzabili sono l’intro “The Summoning” e l’altro mini episodio omonimo inserito a metà della tracklist, utile a dare una pausa dal ripetersi di una ritmica che mantiene di frequente un andazzo perlopiù invariato.
Sul finire vengono riproposte le tracce inserite nell’ep al tempo prodotto dalla High Fidelity Records che mostrano come ancora al tempo il sound fosse immaturo e stereotipato in direzione del death melodico che tanto aveva invaso il mercato a più riprese, nelle tre composizioni comunque richiami gradevoli anche se non proprio efficacissimi se ne ritrovano.
Gli Halo Of Gunfire e “Conjuring The Damned” si relegano ad ascolto rivolto ai fedeli seguaci del filone moderno del death metal, gli altri possono anche tranquillamente evitarselo.

Facebook Comments