HARANGUE – Battle Not With Monsters

 
Gruppo: Harangue
Titolo:  Battle Not With Monsters
Anno: 2013
Provenienza: Canada
Etichetta: Autoprodotto
Contatti:

Bandcamp

 
TRACKLIST

  1. Wilt
  2. Gazing
  3. 33 Black Flags
  4. The Engine
  5. Two Wolves
DURATA: 16:00
 

Quanti di voi hanno già tenuto un'arringa, avvocati esclusi? Tanti anni addietro, i fanatici politici (e non solo loro) avevano l'abitudine di presentarsi in pubblico sostenendo una causa con lo scopo di reclutare nuovi adepti. Oggi l'arringa è legata al tribunale e credo che nessuno voglia mettervi piede per ascoltarne una a proprio sfavore… Ma che cazzo racconta questo, vi chiederete? Il nome della formazione qui presentata non è altro che il termine inglese di "arringa"; che cosa vorranno dirci dunque questi "hardcorer" canadesi con questo secondo disco?

I testi mi paiono piuttosto criptici e ricordano un poco lo stile utilizzato nello "spoken word" alla maniera di Henry Rollins; i temi trattati sono, almeno così mi sembra, l'attitudine personale e la critica alla situazione sociale.

Cercherete vanamente la velocità nelle cinque canzoni presentate dagli Harangue. La voce straziante di Michael Kopko e le ritmiche medio-lente e intense formano una colata densa come il miele che si attacca dappertutto con la sua disperazione profonda. Soggettivamente oso affermare che il quintetto si lasci influenzare da una vasta gamma di gruppi Punk e Core americani. Sento un poco di Citizens Arrest in "Gazing", traccia particolarmente forte, qualcosa dei primi Rage Against The Machine all'inizio di "33 Black Flags" e di altri gruppi che non sono in grado di definire. Le singole tracce hanno tutte un carattere proprio e si profilano con una quantità di scale variegate, caratteristica tipica per altri generi moderni in voga ora.

No, se per coprire il vostro bisogno musicale bastano il ripetersi e il commercio, cambiate pure canale. Gli Harangue rientrano in una nicchia che magari sarà apprezzata dagli ascoltatori dei sottogeneri Post-Hardcore e Sludge.

No risk, no fun! Andate sul sito del gruppo e ascoltate.

Facebook Comments