HATE MEDITATION – Spiritual Awakening

 
Gruppo: Hate Meditation
Titolo: Spiritual Awakening
Anno: 2010
Provenienza: Finlandi
Etichetta: Smell The Stench
Contatti:

non disponibili

 
TRACKLIST

  1. Hänen Silmänsä Leiskuivat Inhoa (Tabellae Defixionis)
  2. In The Eternal Night
  3. Signs From Space
  4. Natural Selection
  5. Genetic Destiny
  6. Mystic's Dream
  7. The Wind Of Sorrow
  8. Spiritual Awakening
  9. The Well Of Leeches
DURATA: 46:39
 

Dalla Finlandia, ecco giungere la one man band degli Hate Meditation, capitanata da Vorilhon Hyperpyron; "Spiritual Awakening" è il primo album in carriera. Bypassata la lunga intro "Hänen Silmänsä Leiskuivat Inhoa (Tabellae Defixionis)", fatta di voci filtrate e rumori vari, "In The Eternal Night" ci assale con un grezzissimo raw black metal dove l'effetto zanzara della chitarra si colloca sopra a tutto, obbligandoci a una grande attenzione per riuscire a cogliere altri dettagli.

Il basso ovviamente non è fra gli strumenti pervenuti, a eccezione della strumentale "Genetic Destiny" in cui paiono spuntare fuori anche sintetizzatori atmosferici. Lo scream invece, dai toni talvota sguaiati e molto raschiato, sale o scende di volume a seconda delle diverse canzoni. La batteria risulta monotona e non sempre coesa al resto, ma d'altronde in queste situazioni non è una novità. A dispetto di tutto ciò però, col passare degli ascolti, è possibile percepire il filo melodico che si insinua nelle tracce fra le pieghe di un riffing poco originale ma talvolta azzeccato ("The Wind Of Sorrow"). Da censura assoluta invece i tentativi di cantato pulito in "Natural Selection", stonato e fuori contesto, davvero malriuscito. In chiusura infine si colloca "The Well Of Leeches", che vive di una ritmica ultrarallentata, tentando di differenziarsi dai brani restanti ,nonostante una certa linearità e ripetitività di fondo.

Dovendo giudicare gli Hate Meditation, non posso che affermare come Vorilhon Hyperpyron abbia ancora tantissimo lavoro davanti, prima di poter offrire al pubblico un risultato che colpisca, pur rimanendo ovviamente negli strettisimi canoni imposti dal genere. "Spiritual Awakening" in questo contesto potrà essere un'esperienza importante, con la quale poter maturare.

Facebook Comments