HEIMDALL – Hard As Iron

HEIMDALL – Hard As Iron

Informazioni
Gruppo: Heimdall
Anno: 2004
Etichetta: Scarlet Records
Autore: M1

Tracklist
1. Hard As Iron
2. Midnight
3. Moon-Red Light
4. Black Tower
5. Cold
6. The Emperor
7. Dark Home
8. Black Heaven
9. Holy Night

DURATA : 48:40

2HEIMDALL - Hard As Iron

Italia e power metal sono stati un connubio di successo, basti pensare a gruppi quali Labyrinth, Rhapsody (Of Fire) o più di recente ai Vision Divine di Olaf Thorsen, espressioni di un certo modo di suonare questa musica che calca la mano su melodia, tastiere e spesso e volentieri pomposità come nel caso di Turilli e soci. Gli Heimdall, formazione campana attiva dal 1994, possiedono invece un approccio totalmente diverso alla materia, il loro è un power roccioso dove sono le chitarre (suonate da Fabio Calluori e Carmelo Claps) ad essere protagoniste lasciando alla tastiera di Sergio Duccilli pochi momenti selezionati.
L’atmosfera generale di “Hard As Iron” è oscura e ricca di una tensione che solo ritornelli di grande presa e da cantare a squarcia gola spezzano, come accade nell’omonima traccia d’apertura mentre i cori, che talvolta rispondo e altre “doppiano” la voce solista di Giacomo Mercaldo, enfatizzano la componente epica. Il tono grave e profondo del cantante si discosta dalle ugole a sirena spaccavetri tipiche del symphonic, donando una forte caratterizzazione alla musica degli Heimdall, arrivando in “Black Tower” a fornire una prestazione strepitosa per intensità e capacità interpretativa.
Fra brani più andanti ed altri maggiormente rocciosi si collocano due ballad, o meglio i due pezzi più “sentimentali”: la prima, nonchè maggiormente riuscita, è “Cold” che parte supportata solamente da voce e piano per poi far subentrare il resto degli strumenti, si tratta di un brano emozionante e ben strutturato, cosa che non si può dire totalmente per l’acustica “Black Heaven”, un po’ troppo minimale per i miei gusti.
Non conoscendo il resto della discografia della band (si tratta di altri tre album: “Lord Of The Sky”, “The Temple Of Theil” e “The Almighty”) non posso compiere nessun paragone con la produzione passata, mi limito quindi ad elogiare questo “Hard As Iron” come un lavoro di power metal solido, ben fatto e di personalità.

Facebook Comments