HELLVETIC FROST – Towards A Distant World

HELLVETIC FROST – Towards A Distant World

 
Gruppo: Hellvetic Frost
Titolo:  Towards A Distant World
Anno: 2011
Provenienza:   Svizzera
Etichetta: Bergstolz
Contatti:

Myspace

 
TRACKLIST

  1. Einklang
  2. Zwang
  3. Towards A Distant World
  4. Woodlands Conspiracy
  5. The Sinister Weaving
  6. Ausklang
DURATA: 30:52
 

Un pezzo di storia termina qui con un capitolo oscuro e freddo come le cime del Cervino. Dopo dieci anni d’attività il duo degli Hellvetic Frost chiude i battenti roventi dell’Inferno, lasciando dietro di sé una massa di sostenitori accaniti guadagnati col passare degli anni. La Bergstolz si è presa cura di presentare al pubblico questo necrologio.

Cosa ci offre il disco? Primariamente una produzione piacevole per il genere, cupa e fredda. La musica? Be’, come scrivo sovente, il black è difficile da reinventare oggi, visto che è deceduto eoni fa. Il duo sa però come estrarre l’essenza del genere, offrendoci tracce veramente accattivanti e con fattore "headbanging" al 100%.

Un inizio lento, pesante e funebre accoglie l’ascoltatore, prima di aumentare d’intensità con un passaggio repentino a riffs più gelidi che ricordano in cadenza un poco i Von. Nulla di speciale direte. No, infatti; come detto prima ciò che conta è il risultato. Rabbia e aggressività in eccesso investono il pubblico. Non c’è scritto da nessuna parte che il black debba essere dolce e sereno. Questi musicisti "Hellvetici" sanno il fatto loro e offrono per l’ultima volta un dischetto robusto e da gustare.

Preferite il "Raw Black Metal" e tutto quello che lo circonda? Questi Confederati non deluderanno le vostre attese. Le loro alabarde con la croce incisa vi sfalderanno il cranio con una massa di note dure e senza compromessi. La falange v’investirà prima con i suoi spadoni che sfracelleranno la foresta di lance per poi avanzare nelle vostre fila sconnesse. Le onde seguenti non conosceranno pietà alcuna e massacreranno ogni resistenza e ogni tentativo di sollevare la testa.

Questo è black metal!

Facebook Comments