HIGH SPIRITS – Another Night

 
Gruppo: High Spirits
Titolo:  Another Night
Anno: 2011
Provenienza:  U.S.A.
Etichetta: High Roller Records
Contatti:

Facebook  Bandcamp

 
TRACKLIST

  1.  Another Night In The City
  2. Do You Remember
  3. Full Power
  4. Demons At The Door
  5. I'll Be Back
  6. You Make Love Impossible
  7. Where Did I Go Wrong>
  8. Nights in Black
  9. Going Up
DURATA: 34:39
 

Da personaggi che non ti aspetti escon fuori uscite che non solo ti regalano una sana botta di vita, ma che riescono anche nel divertirti, trasmettono una energia e voglia di vita inaspettata. È il caso degli High Spirits, formazione guidata da Chris Black, musicista ben più conosciuto per altri ambiti. È infatti la mente dei Dawnbringer, ha collaborato con i Nachtmystium e a quanto sembra non riesce a stare lontano dal mondo heavy, qualcuno sicuramente ricorda i Superchrist e la sua presenza in qualità di batterista nei Pharaoh, gruppo che vede Tim Aymar, ex cantante dei Control Denied, dietro il microfono.

Parliamo quindi di un artista a tutto tondo, con "Another Night" sfodera una prova classicamente eighties, c'è l'heavy nella sua versione più catchy, ci sono le tinteggiature glam che non arrivano però a sfoderare lustrini o a far tendere il disco verso lidi street, c'è però una vena rock irriverente capace di aprirsi strada all'interno dei brani.

Un suono zuccherino, ma dalle venature acide, respira a pieni polmoni aria di decadi passate, una miscela esplosiva di Iron Maiden, Skid Row, W.A.S.P., Motley Crue, Judas Priest. È metal che si muove sulle corde del cuore degli appassionati facendole vibrare a più riprese, li trascina con pezzi quali "Full Power", "Demons At The Door", "You Make Love Impossible" e "Where Did I Go Wrong" capitalizzando ciò che ci è stato lasciato in eredità in maniera impeccabile, specialmente nel momento in cui decidono di lanciarsi in assoli melodicamente suadenti, attacchi in doppia ascia e ti costringono a cantare a squarciagola i ritornelli semplici, tuttavia d'effetto.

Era difficile attendersi un lavoro così nostalgico e dedito a tali sonorità, difficile, non improbabile dato che Chris negli anni ha più volte sorpreso, con gli High Spirits ha dato sfogo alla sua parte più conservatrice se così la vogliamo chiamare.

Con una produzione di buonissimo livello e il supporto di un'ottima etichetta di settore, la High Roller Records, "Another Night" è l'ennesimo parto da ascoltare a palla tantissime volte e infine acquistare, perché non c'è miglior musica di quella che ti fa emozionare e tornare bambino, gli High Spirits tale compito lo adempiono con passione e ottimi risultati. Heavy metal fan comprate, comprate, comprate.

Facebook Comments