HORSE? – Horse?

HORSE? – Horse?

Informazioni
Gruppo: Horse?
Titolo: Horse?
Anno: 2011
Provenienza: Germania
Etichetta: Autoprodotto
Contatti: myspace.com/horsequestionmark
Autore: Mourning

Tracklist
1. Void – Half Awake
2. Sleepwalk
3. Magnolia
4. Nightflight (Part I Escapism – Part II Resurrection)
5. 3 Years In 3 Minutes
6. Void – Delirium
7. Weird Scenes Inside The Neocortex

DURATA: 44:48

HORSE? - Horse? I tedeschi Horse? rientrano in quel folto giro di band capaci di rendere una miscela assai nota di stili (doom/sludge, stoner e post metal) qualcosa di realmente interessante.
Nati nel 2008, è con l’omonimo debutto registrato nel 2010 che li ho incrociati, dapprima ascoltando un paio di tracce sul Myspace, in seguito grazie a Johannes che me ne ha inviato gentilmente una copia.
Una formazione che non le manda a dire, che rifiuta i ganci melodici in più di un’occasione, è sporca, nera, profonda nello scavare i solchi, ruvida e inaspettatamente soffice nell’interpretazione vocale, abile nel divincolarsi fra gli stili permettendo anche a interventi d’essenza blackish e rockeggianti di far capolino nei brani, ci si può attendere di tutto ma che abbia senso e colpisca con intensità.
È difficile trovare il cosiddetto “pelo nell’uovo” a questi musicisti teutonici, una canzone delirantemente avvolgente come “Magnolia” è praticamente perfetta, così come i due capitoli formanti la successiva “Nightflight” che espongono in maniera splendida la summa delle influenze in dieci minuti nei quali le molteplici sfaccettature assunte dal suono si rivelano la miglior qualità e la forza degli Horse?.
Se l’accoppiata centrale rivela d’esser quella imbastita a dir poco alla grande, è solo un gradino sotto che si posizionano “Sleepwalk”, capace di fornire all’album una partenza apparentemente in sordina (accelererà e si appesantirà sul finire) ma pregna d’atmosfera, “3 Years In 3 Minutes” equilibrata raffigurazione post dolciastra attraversata da correnti nevrotiche, splettrate e melodicamente scure, una sorta di Mogwai acidi e “Weird Scenes Inside The Neocortex” strumentale opprimente, buio e dagli spiccati tratti noisy che conclude la nostra avventura.
Tralasciando i due episodi a titolo “Void (Half Awake e Delirium)”, il primo inserito in testa alla tracklist con la funzione d’intro e il secondo che ricopre il ruolo d’interludio, comunque ben inquadrati nel complesso, “Horse”? ha un’unica pecca che risiede nello svolgimento delle linee vocali carenti nella pronuncia inglese poco chiara, nulla di così rilevante e difettuccio che ovviamente può essere sistemato col tempo ma dato che la musica gira alla grande e la produzione regge il sound molto più che discretamente, sarebbe buona cosa dare al quadro generale questo lieve e gradito ritocco.
Devono ancora crescere e centrare in toto l’obbiettivo, fatto sta che gli Horse? sono una fra le più belle rivelazioni dell’ultima ondata legata a questo tipo di soluzioni sonore.
Gli amanti di act quali Neurosi, Isis, Pelican et similia provino a farsi coinvolgere da questi ragazzi, il discorso non vale però esclusivamente per coloro affini a tali ascolti, quindi se amate i solchi, atmosfere post-rock e una sana dose di grinta in genere, “Horse?” è un disco che fa decisamente per voi.

Facebook Comments