HÜRLEMENT – La Mort Sera Belle

 
Gruppo: Hürlement
Titolo: La Mort Sera Belle
Anno: 2017
Provenienza: Francia
Etichetta: Emanes Metal Records
Contatti:

Sito web  Facebook  Bandcamp  Myspace

 
TRACKLIST

  1. Grenadiers
  2. Pavillon Noir
  3. Tribute To My Enemy
  4. Conquérant
  5. Guerrier
  6. Brothers In Arms: Die Together
  7. Brothers In Arms: See You in Hell
  8. Brothers In Arms: Demon Warriors
DURATA: 47:38
 

I disciplinati granatieri, si sa, grugniscono motti tipo «semper fidelis»; anche «la mort sera belle» appartiene al loro intrepido repertorio. Gli Hürlement, nati nel 2003 e giunti al terzo lavoro in studio (in passato Mourning si occupò di "Terreur Et Tourment"), ci trascinano con parole dure e guerriere nella battaglia di Eylau (Prussia). Questa fu combattuta nel 1807 fra l'esercito russo e la Grande Armée di Napoleone Bonaparte.

I Parigini narrano le gesta e i timori dei combattenti in due lingue, francese e inglese. I racconti francesi cavalcano la tradizione della scena locale, rappresentata da gruppi come Killers o Sortilège, con il suo moderato tocco melodico. L'eroismo del nemico si rivela in rischiose tattiche dell'heavy anglosassone. Le truppe più numerose indossano le uniformi Manowar e Iron Maiden. Nelle retrovie si riconoscono anche i variopinti stendardi della compagnia di appoggio Running Wild.

"La Mort Sera Belle" sembra essere basato su un concept dedicato ai combattenti di due parti, prima, durante e dopo la battaglia. Ritmi marziali e cori gloriosi si incrociano con il lutto sentito dai superstiti, accovacciati la sera attorno al fuoco dopo le sanguinose azioni. I compagni spediti all'Inferno dalle pallottole avversarie, invece, si offrono come mercenari al demonio.

I cinque musicisti radunati sotto il tricolore non sono solo dei comuni appassionati. Essi vivono il metal, sono dei veri «fils du métal» con ottime doti musicali e padronanza del genere suonato. Insomma, se prima dell'ascolto di "La Mort Sera Belle" ero scettico, ora sono diventato fan degli Hürlement, un plotone con uno stile particolare.

Postilla: il milite caduto portato via a cavallo dalla Morte in uniforme di granatiere è un'immagine eroica e piena di effetto, ma adattata al bisogno artistico. L'appiedata truppa d'élite dei granatieri era infatti la punta di diamante della fanteria.


Grazie a François degli Hürlement per la precisazione:
«Vorrei solo aggiungere a quanto scritto da Juergen, che anche dei granatieri a cavallo hanno combattuto durante le campagne napoleoniche».

Facebook Comments