IL SILENZIO DEL MARE – Il Primo Giorno

Informazioni
Gruppo: Il Silenzio Del Mare
Titolo: Il Primo Giorno
Anno: 2012
Provenienza: Italia
Etichetta: Red Cat Promotion
Contatti: myspace.com/ilsilenziodelmare
Autore: Mourning

Tracklist
1. Il Primo Giorno
2. Canzone Delle Stelle
3. Il silenzio Del Mare
4. La Terra Vista Dalle Nuvole
5. Nuovo Realismo
6. Sognando (cover Don Backy)
7. Le Strade Nuove
8. Estate
9. Il Mondo Sembra Vero
10. Aria Di Crisi

DURATA: 41:26

In un paese di cartone come l’Italia, una nazione nella quale parlare di musica “popular” è sinonimo di mediocrità e poco rispetto per l’arte, forte di uno sguardo che si rivolge in direzione di assurdità denominate Amici, X-Factor o il riciclarsi di artisti e pseudo tali in qualsiasi ruolo pur di vendere una copia in più, esiste fortunatamente quel movimento cantautorale che si permette ancora di essere vivo e di provare a fornire una visione propria di ciò che è la musica italiana al di fuori dallo schema prevedibile e gommoso della canzonetta da “Sanremo”.
La formazione toscana Il Silenzio Del Mare, nata inizialmente per volontà del solo Giovanni Del Giudice, ci regala un debutto, “Il Primo Giorno”, anacronisticamente bello, appassionato, dolce, che enfatizza il valore dei testi, al contrario dell’odierno andazzo in stile Moccia. Si percepisce una connessione reale fra le note e le parole che tra incanto e malinconia, tra una passeggera “saudade” e una fervida immaginazione si dipana internamente a brani che si muovono su di un territorio musicale ampio inglobante il sound anni Sessanta e Settanta in molte sue sfaccettature, comprese lievissime derive progressive, la bossa nova e un pizzico di swing.
È un passato particolarmente attuale quello che all’interno dell’album avvolge e racconta la propria storia, nel quale gli aspetti solari e attimi di spensieratezza convivono con l’eleganza e la ricercatezza di chi ha voglia di offrire una produzione capace di conquistare l’ascoltatore con brani fruibili, piacevoli ma tutt’altro che elementari, stupendi le intrusioni del piano e la sezione di fiati (flauto e sassofoni) che ne accrescono la consistenza emotiva.
Mi è difficile scegliere un pezzo a rappresentanza del vissuto di questo lavoro, ogni singola canzone ha il suo perché, “Il Primo Giorno” quanto “Il Silenzio Del Mare”, la fanciullesca “La Terra Vista Dalle Nuvole”, innocente quanto “Estate”, chiedono tutte solo di essere ascoltate e riascoltate, nel farvi compagnia si faranno strada nella mente.
Interessante la scelta della cover, “Sognando” di Don Backy è uno di quei pezzi che come avviene spesso nella nostra Penisola per trovare giustizia dovettero prima subire un calvario: scartata dalla selezione sanremese nel 1971, c’è da meravigliarsi? Quante volte brani eliminati da quella stupida competizione si sono rivelati “geniali” a dir poco… Incisa a sue spese nel 1974 e interpretata anche da Mina successivamente nel 1978, era sin troppo avanti per quel periodo storico, trattava di una tematica “forte”, la malattia mentale e il disagio di coloro che venivano rinchiusi in quei mattatoi che erano i ,anicomi, luoghi di detenzioni spesso privi di qualsiasi briciolo d’umanità.
Sarebbe curioso venire a contatto con i Il Silenzio Del Mare in sede live e capire quale forma venga fornita alle tracce su di un palco.
Siete stanchi di accendere la radio e farvi ammorbare da stupidi cliché, da polpettoni mediatici studiati a tavolino e minestre riscaldate all’infinito? Fuggite via inserendo nello stereo “Il Primo Giorno”, chissà che non riusciate a incrociare con lo sguardo la vostra stella fortunata.

Facebook Comments