IN LOVING MEMORY – Negation Of Life

 
Gruppo: In Loving Memory
Titolo:   Negation Of Life
Anno: 2011
Provenienza:  Spagna
Etichetta: BadMoodMan Music
Contatti:

Facebook  Youtube  Bandcamp

 
TRACKLIST

  1. Even A God Can Die
  2. Skilled Nihilism
  3. Adversus Pugna Tenebras
  4. Negation Of Life
  5. November Cries
  6. Shimmering Divinity
  7. Through A Raindrop
  8. Celestial
  9. Nulla Religio, Solum Veritas
DURATA: 01:03:35
 

La fine del 2011 ha portato con sé una lunga lista di album in uscita, fra questi vi era anche il secondo capitolo dei baschi (di Bilbao) In Loving Memory intitolato "Negation Of Life". La band spagnola suona un melodic doom/death alquanto espressivo, forte di un cantato alquanto brutale e profondo e che sembra essere decisamente cresciuto nell'assemblaggio delle strutture e aver guadagnato qualcosina anche in ambito di produzione, più pulita ed equilibrata rispetto a quella del debutto autoprodotto "Tragedy & Moon" datato 2008.

Pur non apportando chissà quali novità, con tre pezzi in particolare riescono a colpire grazie a motivazioni decise ed elaborate a puntino: "Even A God Can Die" massiccia esibizione di robustezza supportata da uno splendido lavoro in collaborazione di chitarre e pianoforte, rincarato dalla prestazione profonda dell'ugola di Juanma, la seconda "Skilled Nihilism" inaspettatamente e vivacemente molto melodica, orecchiabile, una di quelle canzoni capaci di conquistarti dopo un solo giro nello stereo e "Shimmering Divinity" nella quale spiccano il drumming incisivo, una perfetta interpretazione solistica e una diffusione emotiva intensa.

Il resto del lavoro scorre senza problemi, non tutte le canzoni possiedono elementi di risalto anche se sono piacevolissimi i rimandi agli Amon Amarth dell'album "Once Sent From The Golden Hall" in "Adversus Pugna Tenebras". Non sarebbe neanche l'unica a tirare in ballo realtà svedesi note, penso a "November Cries" nella quale si palesano echi dei Dark Tranquillity più romantici e la melodia acustica che da inizio a "Through In Raindrop".

A livello di sensazioni è evidente che i cambi in formazione, l'aggiunta del tastierista Alberto D e la sostituzione del batterista (fuori Aitor I., comunque per lo più interprete del drumming che ascolterete nel disco, sostituito da Mauricio C.), abbiano avuto un effetto positivo sull'evoluzione di suono degli In Loving Memory. Il concept, seppur non dichiaratamente espresso, è legato alla dualità che la lotta fra bene e male continua a mostrare nel corso dei secoli, ve ne renderete conto scivolando con l'occhio sui testi e collegando le storie raccontate l'una con l'altra.

"Negation Of Life" è uno di quei lavori che si guadagnano la pagnotta con i fatti e lasciano da parte le classiche sviolinate, un passo avanti deciso per una realtà, quella degli In Loving Memory, che potrebbe raggiungere dei buonissimi risultati partendo come base più che dal debutto proprio da questo disco maturo ed esauriente, un acquisto che mi sento di consigliare agli appassionati.

Facebook Comments