INCIPIENT CHAOS – Sulphur

 
Gruppo: Incipient Chaos
Titolo: Sulphur
Anno: 2014
Provenienza: Francia
Etichetta: Mortis Humanae Productions
Contatti:

Facebook  Bandcamp

 
TRACKLIST

  1. We Live
  2. Redemption By Lie
  3. War. Blood. Flesh
  4. Black Hate
  5. Sulphur
DURATA: 28:39
 

Si sa poco o nulla dei francesi Incipient Chaos, la band è nata nel 2014 ed è composta da cinque elementi tutti celati sotto lo pseudonimo di Chaos, seguito da un numero cardinale. Di alcuni è però possibile ricavare l'identità tramite il percorso musicale sinora intrapreso, troviamo infatti alla batteria l'ex dei Nyseius Morguth, al basso Florian Pesset dei thrasher Malkavian e alla voce Camille "Famÿn" Roudier, già con Blacktyde e VCID, ed ex Anceisural Eritance.

La formazione ha sinora prodotto un solo ep intitolato "Sulphur", dapprima rilasciato in maniera autonoma unicamente in formato digitale, poi in seguito ha ricevuto il supporto dell'etichetta connazionale Mortis Humanae Productions che ne ha stampate cinquecento copie in formato cd. Il Black Metal proposto è ferale e maligno, non univocamente teso a rievocare i fasti del passato, in quanto il gruppo prova a concedersi l'utilizzo di melodie contorte e atmosfere malsane, evitando di fossilizzarsi nell'applicare un assalto nudo, crudo, costante e nel quale è talvolta udibile una componente di matrice Thrash. Da qui vengono fuori sia gli affondi devastanti contenuti in brani come "We Live" e "War. Blood. Flesh" sia le varianti ambientali più massicce e disturbate racchiuse in "Redemption By Lie", "Black Hate" e "Sulphur", elementi che per il modo in cui sono stati sviluppati non stenteranno a portarvi alla mente nomi noti della scena svedese e di quella transalpina, alla quale del resto i musicisti di Nantes appartengono.

"Sulphur" è un buon biglietto da visita, certamente in un paio di circostanze si percepisce il fatto che gli Incipient Chaos siano ancora in fase di rodaggio, tuttavia essendo solo alla prima prestazione ci troviamo dinanzi a un lavoro ben più che accettabile. In futuro il gruppo potrebbe quindi continuare a interpretare il ruolo di demolitore o in alternativa tentare di ampliare le soluzioni di stampo atmosferico, garantendo così alla propria musica una varietà maggiore rispetto a quella odiernamente esposta, ma c'è tempo. Al momento vi suggerisco solo di non perderlo di vista e ascoltarne l'ep.

Facebook Comments