INFECTED FLESH – Concatenation Of Severe Infections

 
Gruppo: Infected Flesh
Titolo:  Concatenation Of Severe Infections
Anno: 2012
Provenienza: Spagna
Etichetta: Comatose Music
Contatti: Facebook  Reverbnation  Last.fm
 
TRACKLIST

  1. Gruesome Supply Chain Of Nailed Human Pieces
  2. The Bunch (Congregation Of Deadly Parasites)
  3. Concentric Circles Of Disembowelment
  4. Erase The Rictus
  5. Lithographies Of Recurrent Splatter
  6. Phossilized Between The Walls Of A Post-Industrial Ziggurat
  7. Impudent Dissection Of The Perfidious Idol
  8. Fermentation Of Prosthetic Remains
  9. The Pragmatic Tearing
  10. Inoculation
  11. Aepoxifying Bacterial Capitals
DURATA: 43:18
 
Gli Infected Flesh sono la classica formazione dal vissuto altalenante, difatti naquero come una vera e propria band che nel 2000 rilasciò il disco d'esordio "Anthropophagical Devourment", successivamente si sciolsero e rimasero inattivi sino al 2006, quando Roger Borrull (voce, chitarra e basso), noto anche come Roger "Infected" e compagno d'avventura di Dave Rotten nei Christ Denied, decise di ridare vita al progetto, prima come one-man band e in seguito come un duo con Seth Van De Loo (Centurian, Severe Torture, Nox ed ex Deicide in sede live) dietro le pelli, e in alcune circostanze anche alla voce, a fargli da spalla. Da quellla ripresa dei lavori a ora sono stati dati alle stampe: il secondo album "The Ascension Of The Abysmal Aberration" e lo split "Supreme Brutal Legion Vol. 3" in condivisione con i macedoni Formless Terror, i tedeschi Stillbirth e i messicani Genocide nel 2008, un altro split in compagnia dei nostrani Antropofagus e Putridity, dei greci Mass Infection e degli argentini Prion uscito nel 2011 ("Split Torso Trauma") e infine il terzo capitolo discografico "Concatenation Of Severe Infections" nel 2012 tramite Comatose Music.
 
A mio modo di vedere c'è una parola che potrebbe riassumere la proposta del duo: carneficina. Infatti ascoltandola verrete letteralmente investiti da tracce che — pur soffrendo in maniera evidente di una forma compositiva omogenea — svolgono con chiarezza e la delicatezza di una motosega sparata a pieno regime sulle ossa il compito per il quale sono state partorite, essendo pronte a tritare, macerare, farvi immaginare scenari truculenti e una serie infinita di possibili torture da applicare al malcapitato di turno.
 
La ricetta è semplice: velocità mantenute sostenute con tendenza allo scatenarsi del blastato, riffing distorto a manetta, rallentamenti atmosferici elementari per addensare l'aria, facendola quindi impregnare di malsano, brutalità vocale allo stato puro, passando per vie fognarie, allevamenti suini e tratti growl di stampo horror; inserite poi come valore aggiunto la presenza in ambito vocale di elementi del calibro di Robbert K. (Disavowed), Dennis (Severe Torture), Joost (Cliteater), Roi (Haemophagia), Albert e Jofre (Pesta Porcina) e Regius (Nemesis Aeterna) e otterrete così il quadro completo della situazione. Gli Infected Flesh vogliono mietere vittime!
 
I più esigenti potranno contestare la validità di un progetto simile, affermando che di questa tipologia di lavori ne sono stati prodotti e se ne produrranno a centinaia e probabilmente è così; del resto non credo proprio che l'intento di Roger sia quello di scervellarsi più di tanto né di complicarsi la vita, andando dietro a chissà quale ricerca stilistica. In sostanza si limita con cristallina sincerità a dichiarare il suo incondizionato amore nei confronti della violenza nuda e cruda, tant'è che puntando anche in maniera assolutamente casuale uno dei brani contenuti in scaletta verrete sempre e comunque serviti a dovere: non vi sono picchi d'eccellenza, ma in altrettanta maniera non v'è presenza di cadute rovinose.
 
Dove non arriva la parola, affonda la lama e "Concatenation Of Severe Infections" non attende di far altro. Maneggiatelo con cura, potreste farvi male.

Facebook Comments