IRON THRONES – Visions Of Light

IRON THRONES – Visions Of Light

Informazioni
Gruppo: Iron Thrones
Anno: 2008
Etichetta: Self Released
Autore: Mourning

Tracklist:
1. Swell To The Surface
2. The Dark Design
3. Heart Of The Light
4. Still Waters
5. The Final Farewell
6. Illumination
7. Wading…
8. Cover Of Smoke
9. Shadows Revealed

DURATA: 53:30

Giovane act americano che si muove nel mare ampio dei senza contratto, nel duemilaotto la band rilascia il disco di debutto nonché unico lavoro al loro attivo “Visions Of Light”. Quello di cui mi accingo a parlare è tutto fuorché una produzione amatoriale, è curato nei minimi dettagli sia per quanto riguarda la musica che la produzione, nove brani che fra influenze Opeth e divagazioni che fanno sorgere spontanei i nomi di Isis o Cult Of Luna rendono l’album non un semplice e sminuente clone che assorbe e riproduce ma una reale prova di valore da parte di musicisti che conoscono e amano un certo stile, l’han fatto proprio e se lo sentono cucito addosso vivendolo.
Cinquanta minuti che spaziano fra viaggi onirici, atmosfere post e il malinconico trasudare tanto caro ad Akerfeldt e soci senza annoiare, scorrendo gli episodi si rimane colpiti dalla bellezza di un songwriting assolutamente fantastico, dal numero di cassetti mentali che con le note riescono a far aprire coinvolgendo nel viaggio e dalla violenza con cui il cantato s’innesta prepotente su note di pura e dolciastra melancolica essenza.
“The Dark Design” è una galassia personale che tende a implodere ed esplodere quando uno meno se l’aspetti passando da un mood andante e diluito a fraseggi tecnici, veloci e aggressivi, “Still Waters” crea un alone splendidamente cupo da cui si viene ricoperti, “The Final Farewell” possiede una solistica precisa, elegante ma dotata di un piglio come poche da anni a questa parte, il piano che si offre al semplice ruolo di orpello e un break acustico spezza tempi perfettamente indovinato.
Cito per non dilungarmi ancora solo la monumentale “Cover Of Smoke” che nei suoi dodici lunghi minuti di durata è una summa delle capacità artistico/compositive insite all’interno del combo e che negli ultimi tre minuti richiama il delirio da applauso, con l’unico neo legato alla conclusiva “Shadows Revealed” più metalcore che poco s’addice al resto del platter.
La produzione è lucida e potente facendo sì che le chitarre fonte d’ispirazione motrice per il corso dei brani non rubino la scena agli altri strumenti, dona a ognuno il giusto risalto e valore.
Gli Iron Thrones hanno creato un disco che ogni fans delle formazioni citate a influenza potrà ascoltare, godere e ricordare positivamente, date loro supporto e acquistate “Visions Of Light” ne vale realmente la pena.

Facebook Comments