KOZA NOZTRA – Koza Noztra

 
Gruppo: Koza Noztra
Titolo: Koza Noztra
Anno: 2008
Provenienza: Italia
Etichetta: Autoprodotto
Contatti: Sito web  Facebook  Bandcamp  Reverbnation  Myspace
 
TRACKLIST

  1. Cosche Italiane
  2. Piovono Bestemmie
  3. Habemus Papam
  4. Minkia Dura
  5. Colazione Col Travestito
  6. Noia Da Morire
  7. Carità Cristiana
  8. La Cura Del Diavolo
  9. Me Ne Fotto
DURATA: 41:18
 

"Koza Noztra" è uno sguardo che scava a fondo sulla triste realtà italiana, un affresco che però tutti noi preferiremmo non vedere: chi per non infangare la buona immagine della Patria (specie nelle recenti celebrazioni dell'Unità), chi per continuare nei propri loschi affari indisturbato e chi infine perchè vorrebbe che le cose andassero in maniera totalmente diversa. I picciotti confezionano nove tracce autoprodotte di un heavy metal adrenalinico condito dal tiro dell'hard rock più indiavolato su cui L'Onorevole imbastisce un cantato privo di limature e dolcezze, ma anzi aspro nei toni e nei contenuti.

Le tematiche trattate sono sempre piuttosto forti: dalla Mafia come prima s.p.a. italiana allo scandalo della pedofilia ecclesiastica, dalla moda dell'amore transessuale alle stragi della follia; non mancano poi espressioni particolarmente colorite (come bestemmie e parolacce) o riferimenti a personaggi (Tettamanzi) e associazioni (Opus Dei) realmente esistenti. Ogni singolo pezzo risulta ben distinguibile e trascinante, mentre il cantato in italiano contribuisce a veicolare un messaggio diretto e di grande presa: cantare i ritornelli ad alta voce sarà quindi una conseguenza scontata.

I Nostri prediligono il contenuto rispetto alla forma, quindi il valore del brano in sè rispetto alla mera esibizione tecnica, questo però non impedisce ai Koza Noztra di dimostrarsi musicisti poliedrici e capaci. Prendete l'elaborata "Noia Da Morire" ad esempio, il clima generale varia fra il tranquillo e lo schizzato, differenziandosi totalmente dal resto del disco e offrendo arrangiamenti pregevoli e curati, oltre all'inserimento del piano e della voce femminile. Vale la pena poi di citare anche "La Cura Del Diavolo" (il cui incipit mi ha riportato alla mente la splendida "Alone In The Dark" dei Testament), canzone preferita dal sottoscritto, assolutamente trascinante ed energica, ricca inoltre di citazioni ai videogame con i quali sono cresciute numerose generazioni: "Karmageddon", "Quake", "Resident Evil"…

Qualcuno potrebbe avere da ridire circa la qualità dei suoni, ma a proposito di questo va ricordato come si tratti di un lavoro interamente autoprodotto, oltre al fatto che sono convintissimo che la dimensione live amplifichi a dismisura il potenziale esplosivo dei pezzi.

L'intero disco è scaricabile gratuitamente dal sito ufficiale della band, motivo in più per dare una chance ai Koza Noztra, con una raccomandazione: astenersi perbenisti e papaboys! Del vostro giudizio «me ne fotto»!

Facebook Comments