KUROUMA – 3 | Aristocrazia Webzine

KUROUMA – 3

Informazioni
Gruppo: Kurouma
Anno: 2011
Etichetta: Autoprodotto
Contatti: www.myspace.com/kurouma – http://kuroumaband.bandcamp.com
Autore: Mourning

Tracklist
1. From Dust
2. To Dust
3. In Flames
4. Through Darkness
5. Into The Ocean

DURATA: 35:29

KUROUMA - 3 Sono finlandesi i Kurouma, si autoproducono e hanno rilasciato in questo 2011 il terzo capitolo dal titolo semplice quanto esplicativo del traguardo raggiunto, “3”.
Suonano post/metal/sludge e le influenze di formazioni storiche del genere quali Isis e Cult Of Luna sono più che palesi nel modo in cui impostano i brani e per la tendenza a sfruttare un comparto atmosferico che si espande vario e spesso contrastato nel mood.
I trentasei minuti racchiusi in cinque tracce propongono quanto è di più classico per un appassionato dello stile, la voce si divide dimenandosi fra fraseggi puliti e di compagnia alterandosi improvvisa sino a divenire urlata, le chitarre imbastiscono un riffing che bagnandosi di psichedelia tende a irrobustirsi o flettere la posizione in direzione di soluzioni più rockeggianti riuscendo con dinamiche anche elementari ma dal flusso molto naturale a far scorrere le tracce, per lo più di durata estesa, con facilità grazie anche a una prestazione in chiave ritmica ben assestata.
Dai nomi inseriti alle canzoni sembra esserci un filo-conduttore unico, la parvenza di un viaggio che trasporta l’anima di un uomo oscurata dal male dalla nascita alla morte (“From Dust” e “To Dust”), l’agonia degl’inferi (“In Flames”), il vuoto di un percorso privo di direzione oscurata dalle tenebre (“Through The Darkness”) e la susseguente “liberazione” nell’oblio oceanico (“Into The Ocean”)?
Forse è solo una speculazione del caso, però l’incedere e lo svilupparsi degli episodi offrono all’orecchio delle cadenze e delle escursioni umorali che potrebbero alimentarne la storia.
“3” è un album particolare perché, pur non evolvendosi in maniera poi così distante dalla canonica esposizione che ormai è stata battuta e ribattuta, trasmette, infila quella breve apertura, quel cambio che non t’aspetti e con il passare degli ascolti ti conquista guadagnandosi per meriti il passaggio nello stereo.
I Kurouma hanno talento, un’approfondita conoscenza dello stile, ciò che manca, quella personalità che tanto si cerca per emergere, deve ancora avere uno sbocco da cui fuoriuscire, il terzo lavoro dovrebbe essere il simbolo della maturità compositiva ed è stata raggiunta, per spiccare il volo ci vuole un ulteriore scatto di livello e auguro loro di metterlo in atto con il prossimo disco.
Sono da seguire con attenzione, la svolta potrebbe esser solo dietro l’angolo.