LETHEAN – The Waters Of Death

Gruppo:Lethean
Titolo:The Waters Of Death
Anno:2018
Provenienza:Regno Unito
Etichetta:Cruz Del Sur Music
Contatti:Facebook  Bandcamp  Spotify
TRACKLIST

  1. Idylls Of The King
  2. Seafarer
  3. In Darkness Veiled
  4. Time And The Gods
  5. Across Grey Waters
  6. Devouring Fire
DURATA:43:09

James Ashbey non è nuovo su Aristocrazia, difatti lo incontrammo ai tempi di Chains Of Delusion dei Deceptor, progetto morto senza pubblicare un vero e proprio primo album. Già con trascorsi all’interno di Solstice e Craven Idol, lo ritroviamo adesso come mente unica dei Lethean, progetto epic-heavy dai tratti doom alquanto interessante e affascinante, al debutto con The Waters Of Death.

Il disco è maturo a livello compositivo e malinconico, frutto della grande passione e della conoscenza approfondita di un vasto panorama di suoni e ambientazioni, in pratica, da non prendere sottogamba, pur se qualcuno potrebbe anche etichettarlo come datato o trattarlo come la solita minestra riscaldata. Siamo dinanzi a un’opera elegante, inequivocabilmente figlia dell’universo N.W.O.B.H.M., arricchita da atmosfere arcane, ancestrali e doom. Per un amante del filone non dovrebbe essere per nulla complicato immaginare gli innumerevoli nomi che ne hanno influenzato la nascita né tantomeno trovare da subito un feeling naturale con le tracce, dotate di un’avvolgente bellezza fuori dal tempo, come “Idylls Of The King” e “Across Grey Waters”, e impreziosite dalla prestazione dietro al microfono di Thumri Paavana, tonante quanto ammaliante.

In definitiva: i Lethean colpiscono e fanno centro sotto ogni aspetto. The Waters Of Death è un album nostalgico e grintoso, in grado di imporsi grazie a un’impostazione meno prevedibile e quadrata di quanto ci si potrebbe attendere: raccomandato.

Facebook Comments