LORD OF DOUBTS – Lord Of Doubts

 
Gruppo: Lord Of Doubts
Titolo: Lord Of Doubts
Anno: 2010
Provenienza: Russia
Etichetta: Sekt Ov Gnozis Productions
Contatti:

Facebook  Bandcamp

 
TRACKLIST

  1. Temple Of The Riff
  2. Take Me There
  3. Endless Slumber
  4. Satan's Magick Smoke
  5. Heavier Than Universe
  6. Electric World
DURATA: 49:32
 

Il panorama metal russo è sempre più ampio e vario, non esiste genere che questa terra non abbia fatto proprio con più che degni risultati. Lo stoner-doom metal era forse quello che sinora mi aveva meno impressionato rispetto agli altri aspetti dello stile, si conosce infatti la validità assoluta delle proposte legate alle influenze death, funeral e gothic, ma in ambito classico qualcosa ancora mancava. Neanche il tempo di pensarlo che ecco arrivare al mio orecchio i Lord Of Doubts, smentendo e dando riprova di qualità e passione per la suddetta corrente.

Figlio illegittimo degli Electric Wizard, il trio moscovita debutta con un album eponimo composto da sei tracce per cinquanta minuti di musica, che svolge il proprio fottuto dovere in maniera eccelsa. Musica già sentita, mettiamolo in chiaro sin da subito, tuttavia la dose di psichedelia e l'affondo in terreni oscuri e magicamente intrisi da quella vena esoterica di cui Jus Oborn e compagni sono portatori sani e unici nel loro stile non è neanche così facile da riprodurre, anche se si parlasse di semplice tributo.

Riffato in stile anni Settanta appesantito da tonalità grevi, voce dedita al fattore evocazione costante, un lavoro di batteria inquadrato con pattern solidi e monolitici: è realmente difficile per un appassionato di queste sonorità non godere ascoltando pezzi come "Temple Of The Riff", "Satan's Magick Smoke" o "Endless Slumber". Corretto al nero seppia fino all'osso, "Lord Of Doubts" si candida a disco da trip multi-sessione, nel quale atmosfere, immaginario e note si fondono per dar vita a una creazione artificiale in cui la vostra mente possa spazia fra i fumi di una droga denominata Musica.

I Lord Of Doubts mostrano di avere carattere, ispirazione e un'ottima prospettiva di miglioramento. Di certo l'originalità latita, ci sono comunque le basi per intraprendere un percorso che li porti alla formazione di una personalità propria riconoscibile, non resta quindi che supportarli, attendendoci ancora più in futuro. Amate gli Electric Wizard e vi piace lo stoner-doom? Se a entrambe le domande la risposta è un sì, farsi mancare questo disco in collezione sarebbe un peccato capitale.

Facebook Comments