LUGER – Lüger

LUGER – Lüger

Informazioni
Gruppo: Lüger
Anno: 2010
Etichetta: Giradiscos
Contatti: www.myspace.com/dieluger
Autore: Mourning

Tracklist
1.Spotted Introspective Female Firecracker (Intro)
2.Swastika Sweetheart
3.Die Sonne Muss Untergehen
4.Bedlam In A Sugar Plum Fairy Reception (Excerpt)
5.Why Should I Care?
6.Portrait Of A Distant Look
7.La Fine Absolue Du Monde

DURATA: 36:46

Concezione spaziale della musica, gusto vintage e ricercato, è questo che gli spagnoli Luger ci offrono con il loro album omonimo.
Debitori alla scena space settantiana di cui bastano solo gli Hawkwind per centrare la chiave settoriale, oltre a quell’attitudine psichedelica estremamente espansa vi sono affondi consistenti nel krautrock di gente come Can, Faust, Neu!.
Il suono denso alterna momenti di pulizia ad altri sporcati, tale altalena intensifica lo spessore emotivo su cui ruotano le composizioni.
Non vi sono innovazioni o una personalità spiccata della band che inducano a parlare di lavoro “proprio”, “Luger” è un tributo al passato che conta, brani come “Swastika Sweetheart” forniscono un’iniezione di indie rock miscelato con elettronica e flavour seventies molto più che gradevole, “Why Should I Care?” possiede in più rispetto al primo chiamato in causa un fattore coinvolgimento notevole, così come la successiva ed esaltante “Portrait Of A Distant Look” acida e viaggiante un carico di funghetti allucinogeni in salsa trip.
Di poco sotto per livello qualitativo si posizionano “Die Sonne Muss Untergehen” e la conclusiva “La Fine Absolue Du Monde” dove qualche passaggio non proprio centrato fa scemare lievemente il feeling, nulla che incida poi così gravemente da poterne condizionare l’interessante scorrere.
Pecca più evidente invece la si trova in ambito di produzione, nel complesso è ben equilibrata e impostata sfruttando quasi sempre al meglio l’aria psych che si respira nelle canzoni, la voce però viene penalizzata in precisi frangenti in cui viene quasi assorbita dalla coltre strumentale.
Un disco ben fatto, solido e accattivante questo “Luger”, gli amanti del filone indie e gli appassionati del retrò sound non se li lascino sfuggire.
C’è la possibilità del free download direttamente dal sito della formazione o cercando l’indirizzo nel blog postato sul myspace, un motivo in più per farlo vostro visto che il “regalo” è di quelli che valgono.

Facebook Comments