Lunar Blood - Twilight Insurgency | Aristocrazia Webzine

LUNAR BLOOD – Twilight Insurgency

Gruppo: Lunar Blood
Titolo: Twilight Insurgency
Anno: 2022
Provenienza: U.S.A.
Etichetta: Pulverised Records
Contatti: Facebook  Youtube  Bandcamp  Instagram  Spotify
TRACKLIST

  1. Purified Rot
  2. The Hammer
  3. Gastrointestinal Industrial Complex
  4. Ululating In The Depths
  5. Wrath March
  6. Parliament Of Trees
  7. Gnawed
  8. God Of The Trainwreck
  9. Pig Hunter
DURATA: 26:54

I Lunar Blood sono un quintetto di baldi giovani (il bassista è del 2001) attivo da nemmeno due anni, che dopo una demo di soli due brani è approdato sulle coste della putrescente Pulverised Records con questo Twilight Insurgency. Death metal, quindi, con una buona dose di grind e un impianto tematico a base di veganismo, ambientalismo e poca simpatia per le guardie.

HM-2, growl profondo e fucilate, ma non solo. I primi tre pezzi del disco concentrano l’anima tritaossa della band del New Jersey, soprattutto “Purified Rot” e “The Hammer”; mentre “Gastrointestinal Industrial Complex” fa già intravedere un certo dinamismo. L’interlocutoria “Ululating In The Depths”, sospesa tra chitarre che ronzano e fischiano, veri e propri ululati e le note di un pianoforte (?) apre una finestra sulla parte più variegata dell’album.

Già, perché a dispetto delle consuete mazzate infilate tanto in “Wrath March” quanto nella successiva “Parliament Of Trees” — che, a proposito, è pura poesia: «Encircled in vines choking on leaves / Coughing up bark dying from life» — i Lunar Blood dispensano un bel lento. Benché comunque poco ballabile, “Gnawed” è un bel pezzone dilatato, capace di straziare anche la carne umana più stoppacciosa, pur con la fuga deathgrind che esplode a metà brano.

Prima della chiusura affidata all’amabile e velocissima “Pig Hunter”, un tripudio di auguri e belle parole rivolti alla polizia, c’è spazio per un’altra infornata di mid tempo e calci in bocca: “God Of The Trainwreck” è l’episodio più lungo del disco e pure il più articolato, con un lavoro di chitarre cangiante e riuscito.

Nonostante non si tratti di un lavoro epocale questo Twilight Insurgency è un ottimo esordio. È auspicabile che i Lunar Blood continuino su questa china, magari bilanciando ancora meglio il lato spaccatutto e quello ragionato.