Lustre - A Thirst For Summer Rain | Aristocrazia Webzine

LUSTRE – A Thirst For Summer Rain

Gruppo: Lustre
Titolo: A Thirst For Summer Rain
Anno: 2022
Provenienza: Svezia
Etichetta: Nordvis Produktion
Contatti: Facebook  Youtube  Bandcamp  Instagram  Spotify
TRACKLIST

  1. Quiescence
  2. Faith
  3. Thirst
  4. Alleviation
DURATA: 33:34

Nel nuovo lavoro di Lustre intitolato A Thirst For Summer Rain sembra quasi di sentirle, le gocce di quella pioggia menzionata nel titolo. Il merito è sia dei synth che delle atmosfere ambient quasi cosmiche create da Nachtzeit, corpo e mente dietro al progetto, che riescono come sempre a imporsi delicatamente ma con fermezza sulla componente black metal. Anche tutti i lavori precedenti si muovono infatti all’interno di questo raggio d’azione, nel quale il polistrumentista svedese ci presenta secondo tradizione brani intensi e — allo stesso tempo — dotati di un’eterea leggerezza tutta loro.

A Thirst For Summer Rain è catalogato come full-length nonostante la sua durata (poco più di mezz’ora) lo avvicini, forse, più a un EP, e consta di quattro tracce totali, due delle quali strumentali (“Faith” e “Alleviation”), che si fondono e susseguono in un continuum. A Lustre piace giocare con gli effetti sonori al preciso scopo di imitare, tradurre e ricreare in musica i suoni naturali, con un risultato che riesce perfettamente nel suo intento e ci illude di trovarci sospesi nel tempo e nello spazio, in una dimensione in cui niente ha più senso se non la nostra comunione con la natura e i suoi fenomeni. La musica è ipnotica e rilassante, capace di farci abbandonare almeno temporaneamente la nostra spoglia mortale e di connetterci a qualcosa di più elevato, facendoci sentire parte di un tutto. L’unica cosa che ci riporta con i piedi per terra è l’outro di “Alleviation”, in cui la tanto attesa pioggia estiva finalmente arriva.

Dovendo nominare un brano più coinvolgente degli altri, azzarderei “Thirst” con le sue progressioni armoniche sognanti, ma trattandosi di un un viaggio etereo in più capitoli estrapolarne solo uno da A Thirst For Summer Rain è davvero difficile. La cosa migliore da fare è chiudere gli occhi e lasciarsi trascinare dal flusso, dal caos, dal respiro dell’arida terra che trova finalmente sollievo.