MARE COGNITUM – Phobos Monolith

 
Gruppo: Mare Cognitum
Titolo: Phobos Monolith
Anno: 2014
Provenienza: U.S.A.
Etichetta: I, Voidhanger Records
Contatti:

Facebook  Bandcamp

 
TRACKLIST

  1. Weaving The Thread Of Transcendence
  2. Entropic Hallucinations
  3. Noumenon
  4. Ephemeral Eternities
DURATA: 49:39
 

Già un paio di anni fa parlammo di Mare Cognitum, all'epoca del suo approdo su I, Voidhanger, in occasione dello split con Spectral Lore. Le affinità tra il progetto del greco Ayloss e il qui presente Jacob Buczarski sono molte: il genere di riferimento, l'approccio con cui viene sviluppato e — non ultimo — il fatto che l'etichetta siciliana abbia permesso a entrambi i progetti di uscire dallo stretto circolo delle autoproduzioni digitali e su cd-r per poter aspirare a un pubblico un poco più vasto. Esattamente come "III" per Spectral Lore, "Phobos Monolith" — uscito a pochi mesi di distanza — è il terzo album completo per Mare Cognitum, nonché la continuazione lungo il solco tracciato (anche con) "Sol". E alla stessa stregua di "III", anche "Phobos Monolith" è un gran disco.

Accessibile e compatto, ben al di sotto dei cinquanta minuti di durata, Buczarski compone quattro brani affascinanti e dalle molteplici sfumature: un riff accattivante ed evocativo per cominciare ("Weaving The Thread Of Transcendence"), basi black metal più robuste per continuare ("Entropic Hallucinations"), derive blackgaze dell'Alcest del 2007 tanto per gradire ("Noumenon") e un finale che riesce ad amalgamare in un'unica traccia e in modo del tutto spontaneo i diversi elementi ("Ephemeral Eternities"). Lo scream soffuso e affatto protagonista, confuso tra le linee di chitarra e il blast beat della batteria elettronica, racconta di un viaggio ben lontano dalla dimensione umana, forse più prossimo al piano metafisico che non a quello tangibile. Non che poi un titolo come "Noumeno" abbia bisogno di ulteriori spiegazioni.

"Phobos Monolith" è l'ennesimo ottimo parto della pur affollata scena black atmosferica, l'ennesima ottima produzione di casa I, Voidhanger, l'ennesima codificazione sonora di una ricerca astrale ed esistenziale di cui è difficile stancarsi, specialmente quando la si affronta con questi livelli qualitativi.

Facebook Comments