MARIANAS REST – Horror Vacui

 
Gruppo: Marianas Rest
Titolo: Horror Vacui
Anno: 2016
Provenienza: Finlandia
Etichetta: Sliptrick Records
Contatti:

Sito web  Facebook  Twitter  Youtube  Bandcamp

 
TRACKLIST

  1. The Millennialist
  2. Nadir
  3. For The Heartless
  4. Hurts Like Hell
  5. A Lonely Place To Die
  6. Chokehold
  7. Place Of Nothing
  8. Vestigial
DURATA: 52:38
 

Il panorama musicale della Finlandia (quella fantastica, magnifica e meravigliosa terra stracolma di cose belle e buie) lo scorso anno ha visto emergere la formazione dei Marianas Rest con "Horror Vacui". Questo album di debutto, pubblicato a ottobre, mescola abilmente il più classico Melodic Death Metal nazionale — proposto da band come Insomnium e Omnium Gatherum — all'altrettanto solito Doom molto melodico suonato per esempio dagli Swallow The Sun, in un amalgama sicuramente non proprio originalissimo ma decisamente gradevole e di grande impatto.

L'inizio è dei più ispirati: "The Millennialist" è una traccia bomba, che coniuga abilmente tutte le influenze elencate, senza far mancare un certo non so che di svedese alle sonorità dei Nostri. Il proseguimento è decisamente altrettanto soddisfacente: se "Nadir" mette giù le basi per una versione più tendente al Doom, "For The Heartless" torna a riprendere il Melodic Death proposto all'inizio, dandogli una forma nuova e decisamente molto intrigante. Nomi come quelli di In Flames e Dark Tranquillity di certo sono assolutamente da tenere in considerazione nel momento in cui si vuole andare a descrivere le sonorità di questi finlandesi di Kotka, ma ancora più di loro, probabilmente, riescono nell'impresa gruppi come gli October Tide, i Draconian, i Wolfheart o anche — perché no — i Trees Of Eternity.

Una scaletta composta da otto brani per una durata complessiva inferiore all'ora, e per di più dotata anche di una buona dose di eterogeneità, ci assicura una consistente prova delle potenzialità ben sfruttate dei Marianas Rest. Per quanto i Nostri riescano a tenere perfettamente in riga il proprio estro creativo, tra le atmosfere dei vari titoli non c'è una vera e propria soluzione di continuità, il che riesce a far essere coerente il disco dal primo minuto fino all'ultimo. Un elemento che non faticheremmo in alcun modo a definire come caratteristico di questa pubblicazione risiede nella scelta di inserire alcune parti vocali registrate all'interno dei vari brani, così da rendere nel complesso l'album un'unica narrazione tematicamente omogenea.

I Marianas Rest sono una realtà giovane e indubbiamente possono migliorare in futuro, ma aver debuttato ufficialmente con questo "Horror Vacui" li rende decisamente meritevoli di attenzioni. La Finlandia è una grande fucina di band: se le sonorità che caratterizzano in maniera così unica il suo panorama musicale vi piacciono, troverete l'ascolto di questa realtà estremamente piacevole.

Facebook Comments