MARIO PERCUDANI – New Day

MARIO PERCUDANI – New Day

Informazioni
Gruppo: Mario Percudani
Anno: 2010
Etichetta: Tanzan Music
Contatti: www.myspace.com/mariopercudani
Autore: Mourning

Tracklist
1. In My Old Shoes
2. Don’t Bother Me
3. You Can Run
4. Scarlet
5. New Day
6. All Over
7. Standing In The Pouring Rain
8. Tears On The Water
9. I’ll Be There For You
10. God Bless The Child

DURATA: 40:05

Chi è un attento e fedele acquirente di dischi della scena hard rock, AOR e blues il nome di Mario Percudani lo conoscerà o l’avrà sicuramente sentito prima, il chitarrista è infatti da anni impegnato con gli Hungryheart e i Blueville oltre ad aver preso parte a svariati progetti acustici in passato, un’artista che non è mai rimasto con le mani in mano.
Come spesso avviene, il desiderio di affrontare una nuova sfida e intraprendere un percorso che si distanzi da quello che si è tracciato con le realtà “band” ha frequentemente portato ad uscite soliste di valore e che hanno riscosso interesse, basti pensare alla forma più dolce e raffinata di un Chris Cornell che nel 1999 rilasciava “Euphoria Morning”, disco che divise non poco gli appassionati fan del singer dei Soundgarden.
Per Mario il discorso non è molto diverso, il suo “New Day” è composto con amore e devozione nei confronti degli stili musicali prediletti (blues, jazz, rock melodico) ma con un piglio e una fruibilità che li rendono alla portata anche di chi non necessita di composizioni strumentalmente roboanti e arzigogolate, sono le minuzie, la delicatezza e in più casi il mood introspettivo dei brani a fare la differenza.
Un modo di porsi amichevole e di compagnia, è un album maturo, l’attenzione è focalizzata sul complesso, le strutture, le note emesse e il conseguente rilascio d’emozioni vengono incanalati in un unico diagramma espressivo che trova come risultante un coinvolgimento rilassato e carezzevole anche nei momenti in cui la ritmica decide di osare di più vedasi “Scarlet” e “Tears On The Water”.
Studiato nei minimi dettagli, arrangiato con cura, “New Day” possiede la capacità ipnotica di catturare l’ascoltatore per l’intera durata del suo corso, non vi sono cali, al contrario ogni singolo refrain, gli inserti di piano e i dettagli che via via vanno a completare il puzzle sonoro messo in piedi dal Percudani gli conferiscono personalità e un’atmosfera cullante che v’inviterà a rimetterlo su più e più volte, non è un caso che canzoni quali “You Can Run” (per chi scrive la migliore del lotto, sentimentalmente dirompente), “New Day”, “All Over” e “I’ll Be There For You” si siano guadagnate il tasto “repeat” attivo in svariate occasioni.
Il platter si conclude con l’interpretazione di “God Bless The Child”, il brano storicamente partorito dalla mente di Billie Holiday e Arthur Herzog Jr. non perde mai il proprio appeal pur avendo sul groppone ben settant’anni suonati. Prodotto e mixato egregiamente da Marco Tansini coinvolto anche nella stesura di alcuni brani e nel ruolo di musicista, con il master affidato alle mani di Greg Calbi (vi dicono nulla nomi come John Lennon, David Bowie e Bruce Springsteen?) agli Sterling Studios di New York, posso assicurarvi che “New Day” è un lavoro fatto per chi è innamorato della musica, se pensate o siete certi di esserlo, dovreste farlo vostro.

Facebook Comments