MENDOZZA – Cabra Noche

MENDOZZA – Cabra Noche

Informazioni
Gruppo: Mendozza
Anno: 2010
Etichetta: Reverse Records
Autore: Mourning

Tracklist
1. Sludgehammer
2. Testament Of Hate
3. Witch Hunt
4. The Offering
5. Wolf Of The Plains
6. Injustice For All
7. Dragonaut (Sleep Cover)
8. Fairies Wear Boots (Black Sabbath Cover)

DURATA: 41:13

MENDOZZA - Cabra Noche I Mendozza, non so in quanti fruitori del sound doom/stoner ancora non conoscano questo trio canadese, se ve li siete persi è arrivato l’ennesimo momento utile per approcciarsi alla loro musica.
E’ da poco uscito il loro nuovo album “Cabra Noche” e cosa si ritrova uno nelle orecchie? L’ennessima mazzata dai toni scuri che attinge da un background sabbathiano irrobustito con influenze Melvins e la tenacia dei migliori High On Fire, si può non esserne soddisfatti?
Il platter inizia subito a far male con l’opener “Sludgehammer” fangosa e pesante sino a quando un vero e proprio vortice seventies non si scatena sul finire risucchiandovi, effetto contrario a quello della successiva “Testamente Of Hate”, incalzante, battente sin dai primi istanti per poi affievolirsi graniticamente mutando in una forma doomicamente accentuata al limite d’attinenza con il drone.
I restanti quattro brani sono quanto di più godereccio un platter del genere potesse regalarci, un attacco di heavy sound con tonalità scure e mid tempo efficaci fantasticamente interpretati in “Witch Hunt” e dal tratto orientaleggiante a scandire il tema dominante di “Injustice For All”.
Il disco vede in chiusura due illustri cover, “Dragonaut” degli Sleep di “Sleep’s Holy Mountain” e “Fairies Wear Boots” dei padri fondatori Black Sabbath di “Paranoid”, entrambe riproposte col gusto di chi ama e conosce profondamente lo stile delle band in questione, c’è del loro ma non snaturano le fattezze primordi dei pezzi facendoli vibrare e regalando emozioni pari alle originali.
Prodotto e missato da Billy Anderson con cui avevano già collaborato ai tempi del precedente “White Rhino” negli Sharkbite Studios di Oakland, questo “Cabra Noche” è l’ennesimo buon lavoro che viene donato ai fan del filone musicale.
Non ci sono pecche evidenti o lamentele da poter riversare su di una band che mostra d’essere in forma smagliante, non vi resta quindi che da mettere mano al portafogli e comprare.
Acquisto consigliato senza tentennamenti: i Mendozza meritano d’entrare a far parte della vostra collezione.

Facebook Comments