MISANTHROPE MONARCH – Regress To The Saturnine Chapter

 
Gruppo: Misanthrope Monarch
Titolo: Regress To The Saturnine Chapter
Anno: 2017
Provenienza: Germania
Etichetta: Autoprodotto
Contatti:

Sito web  Facebook  Youtube  Bandcamp

 
TRACKLIST

  1. Towards The Utopian Kingdom Of Fire
  2. Usurping The Throne
  3. Chrushing The Unbeliever
  4. The Brotherhood Of Destruction
  5.  Dispelled
  6. Regress To The Saturnine Chapter
  7. Father Sin And The Hollow Spirit
  8. Black Sirens Lurking
  9. The Omega Embrace
  10. Trail Of The Heretic (Maleficium)
  11. Cosmic Maze
DURATA: 35:28
 

I Misanthrope Monarch sono una creatura death-thrash metal tedesca, sorta nel 2014. Rispetto alla compagine originaria, sono rimasti il solo Pat Fleischmann (basso) e Kristian Gøbels (chitarra ritmica e solistica), trovando in Max Scheefeldt degli Agamendon (batteria), Richie Zubek (chitarra) e Christoph Mieves dei Grind Inc. e Resurrected (voce) i compagni adatti per realizzare l'album di debutto "Regress To The Saturnine Chapter".

Un antipasto era già stato messo in circolazione nell'anno di formazione: l'ep "Misanthrope Monarch" vedeva seduto dietro le pelli Mike Smith (ex dei Suffocation) e conteneva due pezzi inseriti anche nell'odierna scaletta ("Chrushing The Unbeliever" e "Father Sin And The Hollow Spirit"). Ho avuto modo di gustarlo visitando la pagina Bandcamp della band.

"Regress To The Saturnine Chapter" è una bella mazzata conosciuta un po' per caso: non nego che avere avuto fra le mani l'ultimo album dei Resurrected, aver notato che Mieves militava in entrambe le band e il suo modo di cantare anche nei Grind Inc. mi hanno incuriosito. Ho iniziato così ad ascoltare i brani, guardato un paio di video sul canale Youtube e successivamente mi sono convinto a contattare i Misanthrope Monarch, ricevendo una pronta risposta e la disponibilità da parte di Fleischmann di recapitarmi una copia del lavoro.

La proposta è perlopiù muscolare e sa sfruttare il groove, senza rinunciare all'ingresso in scena di sezioni melodiche e lasciando spazio alle divagazioni di chitarra solista; ad esempio, quella presente in "Usurping The Throne" è opera dell'ospite Sami Yli-Sirniö (Kreator, Barren Earth e Waltari).

Il disco ingloba in sé caratteristiche ed echi di più formazioni, quali Malevolent Creation, Slayer, Immolation, Demolition Hammer, Suffocation e Dissection. La giusta scelta di contenere il minutaggio e di affidarsi spesso a soluzioni dirette e mai troppo complesse ha permesso la creazione di una serie di brani adeguati a scapocciate furiose e altri segnati da un passo atmosferico denso e scuro, evitando di soffrire particolarmente il déjà-vu. È il caso di "The Brotherhood Of Destruction", "Father Sin And The Hollow Spirit", "The Omega Embrace", "Trail Of The Heretic (Maleficium)" e "Cosmic Maze".

Per concludere, "Regress To The Saturnine Chapter" dei Misanthrope Monarch è una prestazione aggressiva e compatta, fortificata ulteriormente da una produzione pulita. La soluzione potrebbe far storcere il naso a coloro i quali non disdegnano un po' di sporcizia nel suono, ma permette ai singoli strumenti di arrivare con decisione all'udito. Nello specifico è davvero buona l'esposizione del basso di Pat, risultando anche equilibrata per volume nei confronti dell'ennesima prova vocale massiccia e priva di sbavature da parte di Christoph. In definitiva: buona la prima!

Facebook Comments