MONARQUE – Blasphèmes Et Cultes Morbides

Informazioni
Gruppo: Monarque
Anno: 2010
Etichetta: Slava Satan Records
Contatti: www.myspace.com/monarque
Autore: Cupra

Tracklist
1. Il Existe…
2. Fier Hérétique
3. Vent Du Nord
4. Passage Dans La Vallée
5. Extinction
6. Marche Funèbre
7. Aliénation…
8. Lycanthrope
9. Vent Du Nord [versione demo]
10. Songe Venteux
11. La Vallée Des Larmes [versione di prova]
12. Je Ne Suis Pas [versione di prova]
13. Marche Funèbre [live]
14. Funérailles Dans La Vallée

DURATA: non disponibile

MONARQUE - Blasphèmes Et Cultes Morbides Iniziativa encomiabile quella della Slava Satan Records che ha prodotto questa uscita di Monarque, interessante one man dal Canada, dal titolo "Blasphèmes Et Cultes Morbides". Edizione in formato tape limitato a settanta copie dalla grafica curata in ogni minimo dettaglio (anche l'occhio vuole la sua parte ogni tanto) che raccoglie il mini "Fier Hérétique", nuove versioni e materiale inedito oltre a una traccia dal vivo.

"Fier Heretique" è introdotto dalla nuova catacombale ed inquietante intro "Il Xiste…". Per chi non lo conoscesse, questo lavoro per la sottoscritta è uno dei mini cd più interessanti degli ultimi anni. Black metal gelido e battente in cui alternano tenui e delicati arpeggi capaci di ricreare scenari onirici e lunari ("Passage Dans La Vallée") e parti abrasive come in "Fier Hérétique", pezzo sostenuto e tagliente dall'alto tasso emotivo. Monarque è abile nel creare un'atmosfera tempestosa e lugubre spezzata da inserti cadenzati e carichi di pathos, in cui però permangono striscianti pulsioni primitive e incontrollabili. In "Marche Funébre" dominano malinconia e sofferenza accompagnate da un livore che va scemando nella seconda parte del brano, dove emerge il lato più riflessivo e ombroso di Monarque che viene espresso in tutta la sua grandezza in "Vent Du Nord", uno dei migliori pezzi della sua carriera. Atmosfera nebbiosa ed ovattata in cui le melodie struggenti degli arpeggi si mescolano alla crudezza delle chitarre dando vita ad un "paesaggio" tetro, inospitale e profondamente desolato (nella versione demo quest'ultima caratteristica viene notevolmente amplificata!). Mentre la versione originale era chiusa da “Isolation”, qua troviamo la decadente e mesta “Alienation”, in cui l’aura sulfurea del synth è rischiarata da tristi note di pianoforte.

Il lato B è aperto dalla spettrale "Lycanthrope" che introduce alle "chicche" di questa versione. Oltre alla già citata versione live "Vent Du Nord", troviamo la versione live di "Marche Funébres" a mio avviso ancora più bella dell'originale per la gran dose di carica e di trasporto che guadagna dal palco. I due brani “versione rehersal” presentano il lato più indomito e sanguinario di Monarque, mitigato di tanto in tanto da brevi intermezzi nostalgici e malinconici. L'epitaffio della tape è scritto da "Funérailles Dans La Vallée", tediosa e soffocante liturgia che ci conduce lentamente verso la fine di questo lugubre viaggio.

Oltre agli estimatori di Monarque, consiglio questa release anche a coloro che vogliono avvicinarsi per la prima volta a questo valido progetto in cui un gelido e siderale Black metal sposa alla perfezione melodie macabre e decadenti.

Facebook Comments