MONASTERY DEAD – Black Gold Appetite

 
Gruppo: Monastery Dead
Titolo: Black Gold Appetite
Anno: 2015
Provenienza: Russia
Etichetta: Narcoleptica Productions / Symbol Of Domination Productions / Wings Of Destruction Prods / Grotesque Sounds Productions
Contatti:

Sito web

 
TRACKLIST

  1. Global Bleeding Euphoria
  2. More Power
  3. You Are Parasite
  4. Despairing Existence
  5. Sublimation
  6. Sick Absolution
  7. Generation: Rats
  8. Black Gold Appetite
  9. Why Are You Born
  10. Voracity Of Madness
  11. Lie
  12. Digital Apocalypse
  13. Gore Gods Enthroned
DURATA: 34:15
 

Ormai quasi tre anni fa parlavo del secondo disco dei Monastery Dead in toni positivi: nessuna velleità di innovazione, nessuna aspirazione particolare, ma tutto sommato "Cold And Gloom" era un lavoro discreto, ben suonato e scritto in modo piacevolmente asciutto ed essenziale. Ora, a un nuovo giro di boa, i Monastery Dead si ripresentano forti di una co-produzione finanziata addirittura da quattro diverse etichette, con un nuovo chitarrista (annosi i problemi di stabilità all'interno della formazione di San Pietroburgo) e nuovamente in larga parte dipendenti dalla penna del bassista Vadim Nikolaev.

"Black Gold Appetite", a un primo ascolto, e poi a un secondo, e poi a un terzo, è esattamente una fotocopia di "Cold And Gloom". Death metal diretto, ben suonato e scritto in modo piacevolmente asciutto ed essenziale. Che una volta va bene, ma una seconda, specialmente se a cadenza regolare, inizia a stufare. D'accordo non avere velleità o ambizioni, tuttavia è il caso che i Nostri inseriscano un minimo di inventiva nel prossimo disco: già il prodotto in partenza è un album fotocopia di mille altri — cosa accettabile, se si tratta di un'uscita di genere — però se l'autoindulgenza ti porta a registrare più e più volte addirittura la stessa musica, senza cambiare una virgola nell'approccio e nel risultato, allora forse qualche domanda è il caso di porsela. E non è detto che le risposte siano positive.

Facebook Comments