MORBUS 666 – Mortuus Cultus

MORBUS 666 – Mortuus Cultus

Informazioni
Gruppo: Morbus 666
Titolo: Mortuus Cultus
Anno: 2011
Provenienza: U.S.A.
Etichetta: Rex Bagude Records / Graveless Slumber Records
Contatti: .myspace.com/morbus666usa
Autore: Mourning

Tracklist
1. Summon The Cult Of The Pentagram
2. Baphe Metis (Absorption Into Wisdom)
3. Possessed By The Glory Of Lucifer
4. Those Of The Devil’s Flesh
5. Poisonous Blood

DURATA: 31:46

MORBUS 666 - Mortuus Cultus Il Black Metal pur vivendo un periodo di grandi evoluzioni stilistiche, osteggiate o meno che siano, continua comunque ad avere al proprio interno una moltitudine di band devote a ciò che erano gli anni Novanta. Nonostante un monicker non molto conosciuto gli statunitensi Morbus 666 sono musicisti attivi da parecchio tempo nella scena e inseriti in line-up più note come quelle di Thornspawn, Adumus, Bahimiron e Imprecation.
Il debutto del quartetto di Houston intitolato “Mortuus Cultus” è un album che si rifà alla vecchia scuola soprattutto norvegese con nomi come Gorgoroth, Darkthrone, primi Dhg (non sono gli unici comunque) a far capolino spesso e volentieri all’interno dei brani.
L’impostazione, il modo d’interpretare il genere, la scelta di puntare su di una scaletta dal numero ridotto di pezzi (sono solo cinque ma dalla durata che in media si aggira intorno ai sei minuti per un totale di mezzora di efferato, malevolo e “melodico” black metal), fanno del platter un discreto ascolto.
Sia chiaro, nulla di trascendentale, è evidente che i cardini stilistici definiti ormai da tempo siano volutamente rispettati, che le tirate in esplosione risultino “note” in maniera eclatante ma ben piazzate e l’atmosfera sia nera quanto basta. Quello che manca è una personalità definita, fortunatamente per ora rimpiazzata da una serie di riff “orecchiabili” che hanno la capacità di mantenere viva l’attenzione e da una prestazione che dal punto di vista sia compositivo che esecutivo si rivela discreta.
Il sottoscritto non può negare di accogliere sempre con benevolenza le sezioni ritmiche che infilano tempi “punkettoni” e quelle disseminate nell’opener “Summon The Cult Of The Pentagram” e “Baphe Metis (Absorption Into Wisdom)” ne sono un buon esempio, del resto una parte della vecchia guardia, Darkthrone in primis, al posto di andare avanti preferisce guardarsi indietro, stesso discorso messo in atto da questi americani nel ripercorrere le orme impresse nei nineties che si riscontrano anche nello strisciare malevolo della terza canzone “Possessed By The Glory Of Lucifer”.
I Morbus 666 offrono Black Metal per chi ascolta e vive di Black Metal, se odiate i pastoni, il post, il filone shoegaze e l’avanguardismo, se avete deciso che arroccarvi nel glorioso passato di questo mondo sia la via più adatta a voi, un disco come “Mortuus Cultus” potrebbe entrare nelle vostre grazie.

Facebook Comments