MOROWE – Piekło.Labirynty.Diabły

 
Gruppo: Morowe
Titolo: Piekło.Labirynty.Diabły
Anno: 2010
Provenienza: Polonia
Etichetta: Witching Hour Productions
Contatti:

Sito web

 
TRACKLIST

  1. I. Wstep
  2. II. Komenda
  3. III. Tylko Pieklo, Labirynty I Diably
  4. IV. Czas Trwanie Zatrzymac
  5. V. Jego Oblicza
  6. VI. Gleboko Pod Ziemia
  7. VII. Wezowa Korona
  8. VIII. Zakonczenie
DURATA: 48:38
 

Morowe: nome nuovo ma vecchie conoscenze. Dietro di esso infatti si celano tre musicisti della scena polacca che militano o hanno militato in band quali Furia, Massemord, Ulcer Uterus, Nuclear Vomit e Incinerate Infection. Nihil, Hans e BaronVonB sono i tre artisti che portano avanti il progetto avantgarde black metal che ha rilasciato quest'anno il debutto "Piekło.Labirynty.Diably" tramite la Witching Hour Productions.

Per quanto ricordi nomi noti come Arcturus, Dodheimsgard, Ved Buens Ende e Virus, la musica ha in sé una componente personale forte, in primis data dalla lingua madre, poiché i testi sono esclusivamente in polacco. Nei suoi quarantotto minuti il disco vibra di continuo fra passaggi atmosferici, incursioni post e alternative quasi rock e melodie frequenti, dolciastre e ingannevoli come lo spirito di un album dalle mille e più sfaccettature.

Dall'apertura di "Wstep" devota alla semplicità espressiva dell'ambient, scorrendo le tracce una per una si incrociano episodi come "Komenda", esempio primo del carattere forte dei Morowe, che oltre a citare artisti conosciuti immette una propulsione deviata guidata dalla costante voce effettata e malsana di Nihil; "Jego Oblicza", ricca strumentalmente e con suoni davvero belli; i nove minuti intensi di dissonanze eteree che si spandono, creando un contorno avvolgente e intrigante di "Czas Trwanie Zatrzymac"; "Wezowa Korona", di cui risultano coinvolgenti le parti ritmiche che richiamano una marcia, subito sostituite da altre emotivamente più forti, mentre la melodia vive nell'assolo, per poi essere sostituita dalla natura black metal.

"Piekło.Labirynty.Diably" è un'uscita ben congegnata e altrettanto ben eseguita, ha in seno le peculiarità per attirare verso sé le attenzioni di chi ama il lato più avanguardista e ricercato del black metal. Se ciò che v'interessa va quindi oltre i classici canoni dediti alla violenza sonora, i Morowe vi offrono un'alternativa concreta e di pregio da ascoltare e riascoltare sino allo sfinimento.

Facebook Comments