MY SLEEPING KARMA – Tri

MY SLEEPING KARMA – Tri

 
Gruppo: My Sleeping Karma
Titolo: Tri
Anno: 2010
Provenienza: Germania
Etichetta: Elektrohasch Records
Contatti:

Sito web  Facebook  Last.fm  Youtube

 
TRACKLIST

  1. Brahama
  2. Parvati
  3. Tamas
  4. Sattva
  5. Shiva
  6. Visnu
  7. Lakshmi
  8. Rajas
  9. Sarasvati
DURATA: 40:05
 

I My Sleeping Karma sono un quartetto tedesco formato da Seppi alla chitarra, Matte al basso, Steffen dietro le pelli e Norman tastiere. Giunti da poco alla soglia del terzo disco con "Tri", rilasciato sotto l'etichetta Elektrohasch (anch'essa teutonica), si presentano come una realtà ormai consolidata.

Il rock psichedelico strumentale infarcito di stoner e movenze doom è maturato, la crescita ha reso la band sicura delle proprie potenzialità, facendole realizzare l'ennesimo lavoro d'alta scuola. L'album suona in maniera personale, lo stile dei My Sleeping Karma prende influsso dall'ispirazione indiana, da cui traggono la vivacità e la dilatazione, particolari che ne caratterizzano l'andamento, trovando dei precisi istanti in cui rafforzarli e tirando fuori l'energia, a esaltazione di un rapporto note-atmosfera unico.

Tale dipinto acquista pieno colore in episodi quali "Tamas" e "Shiva", sfruttando la visionaria espressività del post rock come benzina per l'innesco della sezioni più marcate. "Visnu" ad esempio, bella di per sé, nell'ottica della sequenzialità scelta per la scaletta è letteralmente preparatoria per il viaggio che la successiva "Lakshmi" è in procinto di far elaborare alla vostra mente.

Non esistono cali o stop momentanei nel feeling che si può instaurare con un'uscita simile, il processo di assorbimento è lento, non complesso, ma richiede la voglia d'immergersi e di lasciare alle spalle la routine, dando unica priorità alle evoluzioni che si andranno a fissare nel vostro animo. Di lì a poco arrivare all'ultimo scintillio di "Sarasvati" sarà un gioco da ragazzi.

I My Sleeping Karma si esprimono al meglio, non vi è una componente che non incanti: siano le chitarre a far sognare, il basso a ipnotizzarvi — coadiuvato da una batteria in costante esplorazione — o le tastiere a proferire piacere con i loro inebrianti inserimenti, tutto quadra sia nel singolo sia nel complesso.

Come gli incensi e gli oli profumati che vengono dalle Indie, "Tri" vi condurrà per sentieri che di volta in volta avranno il vissuto e le fattezze che voi stessi gli assocerete. Prenotate il trip e godetevelo, l'acquisto è di quelli che fanno la differenza.

Facebook Comments