NEBRUS – Exta Malorum

 
Gruppo: Nebrus
Titolo: Exta Malorum
Anno: 2016
Provenienza: Italia
Etichetta: Razed Soul Productions
Contatti:

Sito web  Facebook  Youtube  Bandcamp

 
TRACKLIST

  1. Exta Malorvm I
  2. Dismal Omen
  3. Relaying On Madness
  4. Havok Emissary
  5. Exta Malorvm II
  6. Aphotic Path
  7. Psalm Of Abhorrence
  8. Death Parade
  9. Exta Malorvm III
DURATA: 45:05
 

"Exta Malorum" rappresenta il secondo album del duo dei Nebrus, formazione black metal tricolore che avevamo già apprezzato nel 2012 ai tempi dell'esordio "From The Black Ashes". Dopo essersi concentrati sui propri progetti secondari, Flusso Delirante Persecutorio per Noctuaria e Nott per Mortifero, il 4 novembre 2016 hanno rilasciato queste nuove tracce per Razed Soul Productions, inframezzate soltanto da uno split a quattro e da un ep.

Dal momento che che parliamo di underground e di tradizione, le novità presentate nei nove pezzi sono considerevoli. Il suono si è fatto più pesante, avvolgente, cupo e macabro, allontanandosi dalle orme di Burzum e da quelle classiche norvegesi, rozze e distorte. Complice la prova vocale di Noctuaria, le note emanano sentori rituali funesti, enfatizzati dalle ritmiche sovente allentate; la cantante ha optato per un'impronta uniforme che trasforma lo scream inflessibile in una sorta di litania inumana, meno varia rispetto al passato ma altrettanto inquietante, come fosse emessa da un essere le cui origini si perdono nel tempo (i Mayhem direbbero "Buried By Time And Dust"…) e che per questa ragione vomita le proprie invettive senza alcuna urgenza di assalire la propria vittima all'istante.

Intro, intermezzo e outro che portano il titolo del disco sono momenti ambientali, o comunque atmosferici, altrettanto tetri e privi di ogni sorta di presenza umana. I passaggi più brutali e diretti ovviamente non mancano, sparsi qua e là per la scaletta, come a dimostrare che la veemenza del black metal non è di certo sopita, soltanto è divenuta più cinica, covando sotto la coltre spettrale che avvolge il disco, e generando inoltre l'illusione di una vana via di fuga dall'oppressione generale. La nostra fine insomma è segnata, ma prima del doloroso trapasso dovremo soffrire angosciati e con una lunga agonia.

Il sobrio digipak che accoglie il cd possiede i tratti minimali in bianco e nero tipici dello stile, senza scadere in soluzioni abbozzate o superficiali, esattamente come avviene per la musica, ortodossa ma mai raffazzonata o improvvisata. L'immagine di copertina raffigurante figure demoniache che emergono dall'oscurità si sposa bene con il contenuto.

"Exta Malorum" conferma i Nebrus come una forza black metal incorruttibile, sincera seguace delle Nera Fiamma che onora senza pose e con dedizione certosina. Questa nuova versione più sfaccettata e — oserei dire — matura del duo merita il vostro tempo, in special modo se avete sempre rispettato un certo tipo di attitudine in stile Tenebrae In Perpetuum, se amate gli influssi doom e le atmosfere del "De Mysteriis Dom Sathanas" sono un vostro pilastro.

Facebook Comments