NEBULA – Let It Burn

 
Gruppo: Nebula
Titolo: Let It Burn
Anno: 1998
Ristampa: 2018
Provenienza: U.S.A.
Etichetta: Heavy Psych Sounds
Contatti:

Sito web  Facebook

 
TRACKLIST

  1. Elevation
  2. Down The Highway
  3. Let It Burn
  4. Vulcan Bomber
  5. Dragon Eye
  6. Raga In The Bloodshot Pyramid
  7. Sonic Titan
  8. Devil's Liquid
  9. Let It Burn [live]
  10. Devil's Liquid [demo]
DURATA: 45:03
 

Heavy Psych Sounds continua ad allietarci con le ristampe dei Nebula. Dopo aver portato sulle nostre pagine quel lavoro clamoroso che è "To The Center", ora è il turno anche del suo predecessore.

L'ep "Let It Burn" venne originariamente pubblicato nel 1998, un solo anno prima che il trio statunitense rilasciasse il proprio debutto su lunga distanza, ma l'ascolto di questo lavoro rende ancora più chiaro il fatto che Glass & soci avevano già in mente quale sarebbe stata la via da seguire per la band. Noterete infatti come tutte le componenti essenziali per la (a dire il vero un po' altalenante) carriera dei Nebula quali l'approccio musicale, le scelte atmosferiche, psichedeliche e viaggianti in genere siano state riversate nelle otto stupende canzoni della scaletta.

All'interno dell'ep le sensazioni settantiano-sabbathiane di "Elevation" flirtano con il movimento garage di MC5 e Stooges che si fa largo in "Devil's Liquid", mentre "Down The Highway" e "Let It Burn" rilasciano ondate di fuzz. Le movenze distorte e affascinanti della pressante "Vulcan Bomber" convivono poi in maniera goduriosa con i flussi sonori lussuriosi e orientali che speziano "Raga In The Bloodshot Pyramid". La versione dell'opera rilasciata dall'etichetta nostrana Heavy Psych Sounds vede inoltre la presenza di due episodi aggiuntivi: una versione dal vivo della traccia che dà titolo al disco e una demo di "Devil's Liquid" di cui non vi fornirò ulteriori elementi.

"Let It Burn" rientra fra le uscite fondamentali da conoscere non solo per quanto concerne la discografia dei Nebula, ma anche per l'influenza avuta su moltissime della band nate negli anni successivi, che con tutta probabilità supportiamo attualmente. Se adorate i Californiani o non potete fare a meno di intraprendere tripponi musicali infiniti, scegliendo di volta in volta destinazioni differenti sia in zona onirica che cosmica, allora dovrete acquistare questo ep a dir poco esaltante. Vi esorto perciò a gustarlo a volume considerevole!

Facebook Comments