NEBULA VII – Dawn Of A New Era

 
Gruppo: Nebula VII
Titolo: Dawn Of A New Era
Anno: 2014
Provenienza: Russia
Etichetta: Kadaath Records
Contatti:

Facebook  Bandcamp

 
TRACKLIST

  1. Intro
  2. Terminal Intensity Part I
  3. Code Of Life
  4. Terminal Intensity Part II
  5. Outro
  6. Echo Of Space Storms [versione drone]
DURATA: 45:49
 

Prolifico progetto russo dark ambient, Nebula VII propone l'ennesimo capitolo delle sue peregrinazioni spaziali. Sempre più lontano dalla dimensione drone e noise che permeava i primi dischi dell'artista (se si fa eccezione della traccia bonus finale), "Dawn Of A New Era" è l'ennesimo tentativo di trascinare gli ascoltatori in uno spazio lontano e privo di gravità, di farli galleggiare in una dimensione la cui natura è duplice, onirica e cosmica al tempo stesso.

Nonostante l'universo dark ambient inizi a essere decisamente affollato dalle astronavi di incauti navigatori, inconsci del fatto che gran parte dell'esplorazione è già stata completata un paio di decenni fa, va dato atto al musicista di aver prodotto un'opera convincente, che non aggiunge nulla di nuovo al panorama "space", ma nemmeno risulta stucchevole né soporifera. Anzi, potrebbe quasi essere un buon punto di partenza per chi fosse curioso di ficcare il naso in un mondo a lui ancora sconosciuto, anche in virtù di una durata complessiva più che ragionevole.

Il grande pregio di "Dawn Of A New Era" è quello di non perdere mai di vista il focus primario che si prefigge, la staticità che lo pervade è anche la sua grande forza: passati i primi minuti di stordimento e meraviglia del trovarsi di fronte alle costellazioni di "Terminal Intensity Part I", il viaggio prosegue diretto verso lo spazio più buio e profondo, senza mai deviare, senza mai perdersi in fronzoli inutili, e anzi presentando abissi sonori di tutto rispetto. A pennello calzano i rumori di fondo di "Code Of Life" e i sintetizzatori minimali di "Terminal Intesity Part II", entrambi contribuiscono a dare all'opera quella sensazione di sospensione e assenza totale di fluttuazioni che si disperde solo nelle vibrazioni dell'outro.

Se di tanto in tanto avete voglia di cambiamento dalle solite sei corde (e non siete in vena di ragazzine giapponesi) date un ascolto a "Dawn Of A New Era", magari in un ambiente raccolto e a luci spente; non rimarrete delusi.

Facebook Comments