NEUROMA – Northern Discomfort

Informazioni
Gruppo: Neuroma
Titolo: Northern Discomfort
Anno: 2009
Provenienza: Regno Unito
Etichetta: Grindethic Records
Contatti: www.myspace.com/neuromametal
Autore: Mourning

Tracklist
1. Dingoes Ate My Baby
2. Sodomised And Carbonised
3. Purple Reign
4. Malignant Vagrancy
5. Portuguese Takeaway

DURATA: 20:18

NEUROMA - Northern Discomfort I Neuroma sono una buona band inglese di death metal nella forma più brutale, “Northern Discomfort”, secondo lavoro rilasciato, nasce come split con i connazionali Dawn Of Chaos, i ragazzi mi hanno gentilmente offerto il download dei pezzi riguardante la loro parte e sono rimasto piacevolmente colpito dal notare come fra ironia e martellamenti gli appena venti minuti suddivisi in cinque tracce volino via al pari di un battito d’ali.
La formazione sotto il punto di vista tecnico/formale è preparata e conosce ampiamente i cardini del genere, influenze di act di nomea quali Morbid Angel, Gorguts e Cannibal Corpse (non solo loro a dir la verità) sono riconoscibili senza troppi problemi nella mole sonora innescata dalle chitarre di Matt e Paul che inanellano un riffing perfetto per l’headbanging e dai pattern di batteria di Harry Kokelaar che pur non uscendo quasi mai dal seminato rifila una prestazione dietro le pelli di gran livello.
I brani si susseguono fornendo assalti brevi e compatti, macinando e pestando, al contrario di molti act odierni pur godendo di una produzione pulita e accattivante non perdono lo smalto e quel tocco retrò nostalgico che rimanda al sound anni Novanta. “Dingoes Ate My Baby” (ripresa e inserita poi nel promo successivo) con quell’intro iniziale a cui da voce Bart Simpson”, “Purple Reign” e “Malignant Vagrancy” sono delle batoste non da poco, tirano calci e fanno male dove non batte il sole.
Altro punto a favore è il fatto che sia il basso di Joe, presente e riconoscibile, sia la voce di Gregg, che imposta linee ficcanti e growlate profondamente, risultano allineati aumentando la potenza e la violenza brutale delle canzoni, in sostanza non ci sono pecche di rilievo in “Northern Discomfort”.
Consiglio di tenere d’occhio i Neuroma, il “Promo 2010” confermerà quanto di buono fatto in questo platter, sono una realtà che ha da dire e se supportata da una label attenta potrebbe rivelarsi anche un affare dal punto di vista commerciale, gente come Sevared et similia è strano non li abbia ancora adocchiati.

Facebook Comments