NIHIL EYES – Black Path

 
Gruppo: Nihil Eyes
Titolo: Black Path
Anno: 2017
Provenienza: Regno Unito
Etichetta: Autoprodotto
Contatti:

Facebook  Soundcloud  Youtube  Bandcamp

 
TRACKLIST

  1. Nihil Eyes
  2. Burn The Leech
  3. Lord Of Flies
  4. As The Water Falls
  5. Border Line
  6. True Nihilist
  7. Treachery And ID
  8. Manifesto
DURATA: 39:00
 

I bei tempi in cui l'Inghilterra sfornava death metal a cadenza regolare sono passati da parecchio: tolti i sempiterni Napalm Death, i Bolt Thrower si sono sciolti, i Benediction sono fermi da quasi un decennio, i Carcass pare abbiano un nuovo lavoro in canna ma sono rimasti in due, eccetera eccetera. Fa bene, quindi, trovarsi davanti ogni tanto gente come i Nihil Eyes, trio di belle speranze nato giusto un anno fa e ora già alle prese con l'autoproduzione del proprio debutto, "Black Path".

Per quanto i ragazzi di Bradford ancora non si avvicinino a nessuno dei nomi citati poco sopra, sicuramente hanno delle buone idee e tanta voglia di fare. L'orizzonte cui guardano i Nostri è quello dei Bolt Thrower, con i loro tempi (prevalentemente) medi e suoni massicci, ma va da sé che per raggiungere un livello anche solo largamente paragonabile a quello di Gavin Ward e Barry Thomson la qualità dei riff deve essere quantomeno superlativa.

I Nihil Eyes non sono ancora in grado di suscitare aggettivazioni così roboanti, ma dal canto loro piazzano una manciata di pezzi convincenti, anche e soprattutto quando spingono di più sull'acceleratore ("Burn The Leech"), avvicinandosi al sound di gente come i Lock Up.

Alla produzione è stata dedicata un'attenzione sopra la media, poiché missaggio e mastering arrivano nientemeno che dall'Unisound di Dan Swanö, e la pulizia e qualità dei suoni, sebbene molto poco old school, è ineccepibile. Un solido inizio per una formazione giovane e di belle speranze. Benvenuti Nihil Eyes e speriamo che le ottime premesse portino ad altrettanto ottime conferme in un prossimo futuro.

Facebook Comments