NOCTURNAL GRAVES – …From The Bloodline Of Cain

 
Gruppo: Nocturnal Graves
Titolo: …From The Bloodline Of Cain
Anno: 2013
Provenienza: Australia
Etichetta: Hell's Headbangers Records
Contatti: Facebook
 
TRACKLIST

  1. Promethean War
  2. Slave Annihilation
  3. The Conqueror's Flame
  4. Ascension Through Lucifer's Might
  5. Through The Devil's Flesh
  6. Iron Command
  7. The Great Adversary
  8. …From The Bloodline Of Cain
DURATA: 33:56
 

«Dall'Australia con terrore» potrebbe essere il motto del debutto a tempo pieno dei Nocturnal Graves intitolato "Satan's Cross". Grazie a esso i Nostri hanno alzato di non poco la sbarra che marca il livello delle attese poste sul lavoro successivo. Poi giunge la notizia che sconvolge i fan: il gruppo si scioglie da un giorno all'altro nel 2010! Tre anni più tardi la formazione pubblica il disco discusso qui, dopo un'acclamata riunione.

"Promethean War" è una canzone veloce e aggressiva, di primo acchito mi sembra però che il tono della ritmica abbia perso un poco di mordente rispetto a quello offerto sul predecessore "Satan's Cross". Le scale mi paiono più scorrevoli e dirette, ma calma, voglio avanzare e ascoltare anche il resto… Dopo parecchi passaggi nel mio lettore, posso affermare con la coscienza pulita che le trame presentate lasciano trapelare molti più spunti slayeriani ("The Conqueror's Flame") e anche alcuni della Bay Area, togliendo così forse qualcosa del manto nero presente nel passato. Le canzoni mi sembrano ripetersi ogni tanto, in compenso però i Nocturnal Graves non hanno perso grinta e giocano un poco inserendo alcune finezze (o sembra solo a me?) e rendendole interessanti all'ascolto. Gli australiani capeggiati da Nuclear Exterminator restano marziali, privi di compromessi e sanno ancora prendere a schiaffi come si deve gli pseudo metallari. Detto questo, dedico a questi ultimi "Ascension Through Lucifer's Might" che è prova sufficiente dell'attuale potenza di sberla.

Da un lato capisco che alcuni fan siano un poco delusi da "From The Bloodline Of Cain", ma credo che ciò sia solo dovuto al paragone con un predecessore molto forte. Il disco attuale avrà magari qualche pecca e non brillerà per la sua originalità (perché dovrebbe farlo?), però presenta del solido Thrash nero che garantisce un sano godimento metallico.

Facebook Comments