Noite - A Cor Do Fogo

NOITE – A Cor Do Fogo

Gruppo:Noite
Titolo:A Cor Do Fogo
Anno:2020
Provenienza:Portogallo
Etichetta:I, Voidhanger Records
Contatti: Bandcamp  Spotify
TRACKLIST

  1. Noite Eterna
  2. A Cor Do Fogo
  3. No Inferno E Na Terra
  4. Centelha
  5. Monstro Adormecido
  6. Marcha Do Caldeirão
DURATA:30:08

Uscito in contemporanea con il bellissimo The Fire Cult Beyond Eternity firmato Onirik, A Cor Do Fogo è la prima uscita di Gonius Rex col moniker Noite; pensato proprio come lavoro complementare all’esperienza black metal di The Fire Cult…, questo strano EP pubblicato in formato digipak A5 sempre dalla I, Voidhanger ci mostra il lato più psichedelico e straniante del musicista portoghese.

A Cor Do Fogo (il colore del fuoco) viene presentato dal suo creatore come un disco black metal a tutti gli effetti, solo sotto mentite spoglie: già, perché se lo spirito che lo anima è quello di un devoto eretico che strizza entrambi gli occhi al diavolo, la veste è quella di un fraticello che si è appassionato alla psichedelia fino a padroneggiarla abbastanza da piegarla alle proprie perverse intenzioni. «Anche Satana si maschera da angelo della luce», dice Paolo nella seconda lettera ai Corinzi, e questa è proprio la sintesi più accurata di quello che succede fin dalle prime note di “Noite Eterna”, accorata invocazione al demonio a base di voci pulite che si intrecciano a un ossessivo lavoro chitarristico, tanto semplice nella forma (c’è appena un pizzico di riverbero con accenni di phaser) quanto intricato nella sostanza. Una sostanza che, ovviamente, ricorda da vicino quella già assaporata sul disco di Onirik, ma che con Noite viene spogliata dei pesanti abiti maligni che la ammantano e che la rendono malvagità conclamata.

Scendere nel dettaglio con un’analisi traccia per traccia sarebbe un’operazione di racconto superflua, perché A Cor Do Fogo è dotato di un’omogeneità che contribuisce a renderlo particolare, e ogni singolo brano si muove praticamente sulle stesse coordinate di tutti gli altri, per un effetto complessivo angosciante, al quale contribuiscono in primis le trame vocali di Gonius Rex, che vanno ben oltre il concetto di cantilena e che si configurano come una vera e propria liturgia maledetta.

Disco che pur nella sua brevità può dirsi complesso, A Cor Do Fogo viene opportunamente accompagnato da un libretto coi testi in lingua originale (il portoghese) con le rispettive traduzioni in inglese, così da rendere l’ascolto il più immersivo possibile. Un po’ medievale, un po’ neoclassico, questo lavoretto di rock psichedelico targato Noite è un piacevole (nei limiti del disagio che scorre potente) excursus sul lato più dissimulatorio dell’attitudine black metal.

Facebook Comments