OFFTOPIC – Backstage | Aristocrazia Webzine

OFFTOPIC – Backstage

Informazioni
Gruppo: Offtopic
Anno: 2010
Etichetta: Autoprodotto
Contatti: www.myspace.com/offtopicspain
Autore: Mourning

Tracklist
1. Mask
2. Time Flies
3. Because Of You
4. How Many Times
5. Game Over
6. Because Of You (Reprise)

DURATA: 26:40

Sono spagnoli gli OffTopic e hanno già all’attivo due album “Sin Miedo”, e “A Fuego”, entrambi cantati in lingua madre, sarà per questo che per tentare giustamente un approccio con i mercati esteri hanno preso la decisione di estrarre dei brani dal secondo dei full producendo un ep rilasciato in versione digitale stavolta interpretato in lingua inglese, quest’operazione ha fatto sì che mi trovassi nelle orecchie “Backstage”.
Metal melodico, piacevole, voce femminile ma tutto tranne che lagnosa o molle come spesso capita con le troppe donne dietro al microfono rimaste ancorate all’adolescenza lavrigniana, calda e leggermente suadente quella di Rosa Ibáñez si presenta come una delle carte che la band può giocare sapendo d’avere un asso fra le mani.
In quest’avventura ha per compagni Toni Sánchez-Gil (chitarra), José Luis López (basso) e Cristian Millán (batteria), il trio di musicisti è preparato e particolarmente ispirato, niente goticate a casaccio, qui si spinge e lo si fa sul serio, se ne volete prova mettete su una “Time Flies” che in parte sembra una versione metallizzata di uno dei capolavori dei Deep Purple Mark III, c’è infatti qualcosa che richiama “Burn”, il pezzo ha un gran piglio, è dinamico, accattivante, lo svolgimento è brillante e trova subito contraltare nel lento che non t’aspetti inserito subito dopo, “Because Of You”.
La ballad fa diminuire sì i giri del motore ma non li blocca del tutto, non è una delle tante che troviamo buttate a caso solo per far breccia nel cuore di chi è fortemente nostalgico degli eighties, gode di un’orecchiabilità e un refrain che ti rimane in testa oltre al lavoro di basso in rilievo ch’è un piacere ascoltare.
Si muovano su un riffing rock oriented come avviene nell’opener “Mask” o sia il versante progressivo a ritagliarsi una fetta più ampia di spazio, vedasi “How Many Times”, la risultante è in egual modo una prestazione che garantisce una più che discreta qualità nel songwriting e che per l’alta fruibilità è facile venga voglia di rimetter su poco dopo anche tenendo in conto l’assalto di una “Game Over” ben più pesante rispetto alle compagne d’avventura.
Il pezzo possiede sempre quell’arma d’acchiappo, il ritornello, che ti prende ma è heavy fino all’osso e vede Cristian offrire una gran prova dietro le pelli, belli i pattern di batteria che la rendono vivace e incalzante prima che il finale con un reprise di “Because Of You”, stavolta accompagnata dal solo piano un po’ melenso e molto da classifica, ponga i sigilli.
Supportati dal tastierista dei Nexx, Fran Rodriguez, che li ha aiutati nella stesura dei testi in inglese in un paio di pezzi (“Because Of You”, “How Many Times”, e “Game Over”) e nel riarrangiare la ballad di cui ha curato il lavoro pianistico, gli OffTopic sono pronti per affrontare i mercati europei e non solo, ci sono qualità, brani e anche la pronuncia anglosassone che non è per nulla male.
Troverete l’ep gratuitamente, il link per scaricarlo è inserito nel profilo Myspace della formazione, date loro una chance, se amate la buona musica che sappia farvi compagnia e darvi quel po’ di energia per iniziare bene la giornata, gli OffTopic sanno come fare.