OHHMS – Exist

Gruppo: OHHMS
Titolo: Exist
Anno: 2018
Provenienza: Regno Unito
Etichetta: Holy Roar Records
Contatti: Facebook  Bandcamp  Instagram  Spotify
TRACKLIST

  1. Subjects
  2. Shambles
  3. Calves
  4. Firearms
DURATA: 43:51

Secondo album sulla lunga distanza per gli OHHMS, giovane gruppo inglese il cui debutto The Fool risale ad appena un anno fa. In quattro anni di attività il quintetto del Kent ha sviluppato uno stile incentrato su importanti problematiche sociali e il nuovo parto Exist prosegue sulla stessa scia, dimostrando che, nonostante l’inevitabile saturazione subentrata negli ultimi anni, il genere musicale trattato può avere ancora cose da dire.

Inanellando riff corposi ispirati tanto agli anni Settanta quanto agli Ottanta, i cinque mischiano doom, sludge, fughe progressive e una vaga attitudine punk, ricreando uno stile che miscela influenze come Rush, Mastodon e Crowbar, senza fortunatamente scadere mai nel plagio. Le strutture presentate sono muscolari e massicce, senza rinunciare affatto alle componenti melodiche e atmosferiche, e facendo di quest’album un’opera varia e coinvolgente.

Exist è altresì carico di un sostanzioso fardello concettuale, il cui fulcro è la lotta (presumibilmente pacifica) contro le ingiustizie del mondo: in questo caso specifico la salvaguardia dei diritti degli animali. La lunga “Subjects” è particolarmente efficace in tal senso, poiché racconta le sofferenze e la morte di un animale (la scimmia rappresentata in copertina) nato in cattività e utilizzato come cavia da laboratorio. Le progressioni atmosferiche dell’intero disco ben si addicono a tale scopo, oscillando tra furia, speranza e disperazione, ed esprimendo efficacemente le emozioni che ispirano il gruppo.

Va detto che, in alcuni frangenti, sembra che le varie parti della proposta fatichino a incastrarsi tra loro, dando fugaci impressioni di una lieve mancanza di coesione; nonostante ciò, il lavoro nel suo insieme risulta equilibrato. Il merito va anche tributato a una produzione intelligente, volta a valorizzare sia le parti più granitiche che le atmosfere, senza rifinire troppo alcune forme più grezze, le quali contribuiscono a dare un tocco più verace e coinvolgente all’insieme. Allo stesso modo, vale la pena lodare l’impegno profuso nell’affrontare in modo diretto tematiche per le quali la sensibilizzazione non è mai eccessiva.

Gli OHHMS hanno certamente ancora necessità di affinare le proprie capacità e di sviluppare trame più coese, tuttavia Exist è comunque un album impattante e di qualità, che di certo potrà piacere a molti amanti di quel generico calderone musicale che mescola tra loro questi tipi di sonorità. Pare, dunque, che la strada imboccata dai Nostri sia di quelle che producono soddisfazioni notevoli, perciò non ci resta che attendere un terzo lavoro che possa confermare (o smentire) queste parole.

Facebook Comments